Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

martedì 31 gennaio 2017

NUOVE NUVOLE SUL COMANDO DI POLIZIA DI BIASSONO

In virtù dei decreti sindacali 1 e 2 emessi per il caso Piacentini, l'amministrazione comunale lascia intravvedere una via di gestione nei rapporti con la Polizia locale che potrebbe portare a un'ulteriore ridefinizione degli equilibri odierni.

Situazione sempre più complessa per la Polizia locale. Col rientro in servizio dell’agente Andrea Foffano, per lungo tempo trasferito a incarichi amministrativi a causa della sua denuncia contro i comportamenti inappropriati al Comando di Biassono, potrà ora succedere di tutto. 

Da una parte resta un ambiente di lavoro inevitabilmente segnato dalle recenti vicissitudini, dall’altra torna sì in servizio un agente in più, ma per un mese di prova appena. Foffano è infatti in attesa della prima udienza nella causa di lavoro intentata contro l’amministrazione comunale proprio per il suo precedente demansionamento. Insomma, i fragili equilibri ristabiliti a Biassono potranno risentire sia degli esiti legali, sia dei rapporti stessi fra il personale e la giunta. 

Fra cause in sospeso, richieste di trasferimento, arrivo di un nuovo comandante e necessità di dare segnali di discontinuità, è molto probabile che l’attuale organico subirà perciò una nuova e forse definitiva rivoluzione. D’altra parte, leggendo i decreti sindacali 1 e 2 del 16.01.2017 (con i quali è stata revocata con decorrenza immediata la Responsabilità dei Servizi a Giorgio Piacentini), il primo cittadino Luciano Casiraghi sembra aver già tracciato una linea per il futuro. Una linea che passa soprattutto per la fiducia da accordare a chi dovrebbe rappresentare proprio il rispetto per le regole. 

LE RAGIONI DEL PROVVEDIMENTO
Le ragioni del provvedimento contro Piacentini vanno ricercate, a detta dell'Amministrazione, nei “sentimenti di sdegno” che il comportamento messo in atto “ha generato in moltissime persone, Sindaco compreso”. Viene quindi evidenziato il “clima di generale pubblica mancanza di fiducia” nei confronti di Piacentini, per via della funzione che riveste, “dove la fiducia, soprattutto quando la persona espleta le funzioni di Responsabile del Settore di Polizia Locale, è considerata funzionale alla qualità del servizio pubblico, ovvero funzionale per chi deve fare rispettare le regole, le leggi, e garantire la sicurezza”. Questo sarebbe dunque l'epilogo della vicenda: che è grave in sé, che ha fatto indignare l'Italia intera e che non ha nulla di politicamente strumentale.

Inevitabili alcune considerazioni di merito:

   1) dobbiamo dare atto della tempestività del provvedimento adottato (il tutto ha origine, come si sa, da una foto postata sul profilo pubblico di Fb in data 6 gennaio; la revoca è, come detto, del giorno 16);

   2)  dobbiamo dare atto, anche, della inequivocabilità del provvedimento stesso (revoca delle Responsabilità con effetto immediato);

     3)  ci troviamo di fronte, inoltre, ad un atto amministrativo che di molto si discosta rispetto alla risibile e grottesca “decisa fermezza nella gestione della Polizia Locale” sbandierata dalla Giunta Malegori in occasione del precedente scandalo, che aveva portato ingloriosamente alla ribalta la vigilanza urbana biassonese;

4)   ci sembra un modo deciso, non formale e concreto di fare sopravvivere all'ingiuria del tempo la Memoria, soprattutto quando, al giorno d'oggi, c'è ancora chi dimentica, chi sottovaluta o, peggio, chi nega.
 
Ciò detto, rimangono tutti aperti e da risolvere i problemi legati ad una quanto meno  discutibile gestione del Corpo della Polizia Locale che si trascina da ormai vent'anni.

Come leggere la scelta di riportare l'agente Foffano a rivestire la divisa? Scelta necessitata dalla carenza di organico, oppure ravvedimento in ordine al distacco punitivo in biblioteca da due anni a questa parte?


-->
Su quella vicenda, e sui provvedimenti disciplinari in sospeso dal 2014, i cittadini di Biassono aspettano ancora trasparenza e chiarimenti. E forse solo allora si potranno mettere pietre tombali sul passato e ripartire per restituire la fiducia di tutti verso il Corpo di Polizia Locale. 

2 commenti:

  1. Buona giornata,
    Hai bisogno di un prestito urgente per risolvere i tuoi bisogni finanziari, prestare prestiti
    Che vanno da $ 3.000,00 a $ 1000.000,00 Max, siamo affidabili, efficienti,
    Veloce e dinamica, con il prestito garantito al 100% dà anche (euro, libbre)
    E dollari.) Il tasso di interesse applicabile a tutti i prestiti è (3%), se tu
    Sono interessati a tornarci.
    Tramite (Raymondloancompany01@gmail.com): I servizi forniti includono:
    * Migliorie di casa
    * Prestiti Inventor
    * Prestito di consolidamento del debito
    * Prestiti di affari
    *Prestiti personali.
    Contattaci oggi e siamo lieti di fare affari con noi
    Email: Raymondloancompany01@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Ciao
    hai bisogno di un credito o di un finanziamento? Non indietro pagato dalla banca? Avete un conto pagato o un debito? Abbiamo un buon programma di rimborso con un basso tasso di interesse del 2%. Per ulteriori informazioni, contattaci direttamente al seguente indirizzo: [REMY.CREDIT111@gmail.com]

    Nome di battesimo:..............
    Cognome:..............
    Nazione:..........
    Stato:..........
    Quantità:..................
    Durata del prestito: ..........
    Numero di telefono:.............
    Occupazione:............
    Data di nascita:.......
    Reddito mensile:....
    Sesso:......
    ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
    Nome Azienda: REMY.FINK CREDIT
    Indirizzo email dell'azienda: REMY.CREDIT111@gmail.com
    Azienda NMLS ID: 517219
    Vi auguro tutto il meglio,
    REMY.FINK ...

    RispondiElimina