Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

domenica 29 maggio 2016

DANIELE TREMOLADA, candidato al consiglio comunale

Ciao a tutti! Mi chiamo Daniele Tremolada, per cui fate attenzione! Se in fase di voto indicaste il mio nome nelle preferenze, specificate molto bene sia il nome che il cognome: potrebbero confondermi con la compagna di lista Antonella! D'altra parte sono io stesso biassonese sin dalla nascita, avvenuta in una calda giornata d'autunno del 25 ottobre 1972. Sposato con Roberta, e padre di tre figli, mi sono diplomato come perito meccanico presso l'Itis di Carate Brianza, ma oggi lavoro come consulente commerciale in una società multinazionale di casa madre italiana, nel settore dell’Information technology. In passato ho collaborato con il Gral, il Gruppo ricerche archeostoriche del Lambro che si occupa della gestione del museo civico "Carlo Verri", allestendo diverse mostre estemporanee, così come gli ambienti attualmente visibili all’interno del museo e dedicati ai mestieri del passato: fra questi, il ciabattino, il falegname, il fabbro e il sarto. Altre mostre cui ho contribuito sono quelle sul viaggio tra i balocchi (settembre 2000), sui presepi di carta (dicembre 2000), sulla Biassono d'Egitto (settembre 2001) e sul tema "Rivivere il cortile" (settembre 2002).  Oggi il mio contributo continua a essere speso per altre attività di conservazione. Da settembre 2011 a giugno 2014 ho ricoperto la carica di presidente del Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo S. Andrea di Biassono e, nello stesso periodo, sono stato membro della commissione comunale Cultura. 

Nell’ambito del Comitato ho sottoposto all’amministrazione comunale alcuni quesiti come ad esempio il pagamento della mensa in base al reddito Isee , l’istituzione di un polo di aggregazione per i giovani, la messa in sicurezza di alcune zone del paese con piste ciclabili e marciapiedi, oltre ad avere organizzato alcuni incontri per le tematiche inerenti ai disturbi specifici dell’apprendimento e  deficit dell’attenzione. Tutto ciò si può trovare  al seguente link : https://sites.google.com/site/comitatogenitoriiscobiassono/ . Il successo più grande è stato quello di avere portato la tradizione popolare della Giubiana, in piazza , coinvolgendo tutti gli studenti delle primarie, grazie alla collaborazione tra vari organi quali commissione cultura, di cui sono stato membro, e dirigenza scolastica. Attualmente sono membro del Consiglio d'Istituto, sempre del Comprensivo biassonese, per la componente genitoriale. Mi piace passare il tempo libero con la famiglia e cerco d'insegnare ai miei figli il senso civico, i doveri e diritti di ogni cittadino, ricordando che il mondo non è, e non può essere, dei furbi. Ho deciso di candidarmi con Lista per Biassono in quanto trovo sia una lista in cui continuino a nascere idee e stimoli innovativi in molti ambiti, sempre finalizzati a ridare vita a Biassono. Perché ogni cittadino, per qual che può, deve collaborare nel rendere migliore il proprio paese. Il prossimo 5 giugno, disegna una croce sul simbolo di Lista per Biassono e ricorda: sulla linea delle preferenze scrivi "Daniele Tremolada"! ;-)

Ps. Vienimi a conoscere domani sera, 30 maggio! Lista per Biassono sarà presente nella sala civica di Villa Verri per presentare il proprio programma e rispondere a tutti i tuoi quesiti! Un'occasione imperdibile per parlare faccia a faccia e divertirsi insieme!

venerdì 27 maggio 2016

ANTONELLA TREMOLADA, candidata al consiglio comunale

Ciao a tutti! Sono Antonella Tremolada ed ho 55 anni. Biassonese, lavoro da sempre a Milano (in un'azienda di import/export) e, come tanti, sono quindi una pendolare. Nonostante il disagio, non ho mai preso in considerazione l’ipotesi di allontanarmi da Biassono: un po' per ragioni affettive, un po' perché, comunque, la dimensione del paese possiede ancor'oggi valori difficili da ritrovare in una grande città.
Dal 1986 sono iscritta all'Anpi, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, e faccio parte del Direttivo di sezione da circa dieci anni. Dal 2011 sono fra l'altro stata eletta Presidente della locale sezione.
Credo fermamente nei valori della nostra Carta Costituzionale, nata dalla lotta di Liberazione e dalla Resistenza, e m'impegno molto per promuovere la conoscenza di questo importante passaggio storico, soprattutto fra i giovani.
Mi piace molto il cinema, che prediligo vedere nelle sale cinematografiche piuttosto che in televisione (media, peraltro, che guardo ormai pochissimo).
Sono socia di Emergency e dell'Associazione Culturale "Gaetano Osculati" di Biassono. Fino al 2015 sono stata inoltre tesserata a Sinistra Ecologia e Libertà.

Asilo Castello: di cosa ha davvero bisogno Biassono?

fotoreportage a cura del segretario comunale Francesco Miatello (www.seitu.it)

"Da quando il bando per la concessione dell’edificio di via Lega Lombarda, più noto col nome di “Castello”, è stato assegnato ad un privato, non posso fare a meno di pensare che - in quanto cittadini di Biassono - avremmo dovuto fare di più per evitare che ci venisse portato via un bene pubblico: non passa giorno che io non mediti su questa vicenda, ritenendola un’occasione persa per la nostra comunità.
Per quanto dal 2013 ci siamo attivati in prima persona, io, Lista per Biassono e altri privati cittadini, per chiedere a gran voce che in quel castello potesse essere accolta una scuola dell’infanzia statale, inclusa nell’istituto comprensivo S. Andrea, l’amministrazione Malegori è rimasta sempre ferma nella sua ostinata posizione: non interessata all’istituzione di una scuola dell’infanzia statale, per ragioni che più ideologiche di così non si potrebbero definire. Vanno preservate la storia locale e le tradizioni (ma in un Comune perché non possono inserirsi realtà nuove e necessarie e integrarsi con quelle preesistenti?), che nessuno tocchi il Segramora (e chi ha mai voluto farlo?), per concludere con quella che suona come una barzelletta, ma che purtroppo ho udito con le mie orecchie dalla viva voce del sindaco Malegori: solo i figli degli immigrati si iscriverebbero in un asilo statale, quindi perché occuparcene? 

giovedì 26 maggio 2016

MARINA TERRANEO, candidata al consiglio comunale

Ciao! Mi chiamo Marina Terraneo, ho 55 anni e da 28 abito a Biassono. Sono mamma di 2 ragazzi ormai grandi, ma pur sempre impegnativi, mentre sul lavoro mi occupo di analisi costi nell'ambito della proprietà intellettuale per una storica azienda milanese. Attivista in Legambiente da una vita (e insieme alla quale Lista per Biassono ha fatto ricorso contro il Piano di Governo del Territorio),  mi sono votata in particolare agli ambiti del territorio e della scuola, cercando di rendere entrambi qualitativamente più sostenibili e belli. In poche parole, cerco di pensare globalmente, per poi agire localmente, nel pieno spirito di Lista per Biassono, di cui sono un membro storico. Negli anni in cui i mie figli frequentavano le scuole di primo grado, ho assunto diversi ruoli nella struttura scolastica. Sono stata nel Consiglio d'Istituto, rappresentante di classe e del Comitato genitori. Mi piace sottolineare l’apporto di sensibilizzazione e d'informazione sia per le famiglie, che per i docenti, in merito ai temi della DSA (Disturbi specifici dell'apprendimento). 


L’ambiente è per me armonia con l’uomo, oltre che una forma di rispetto capace d'influenzare ogni pensiero e decisione: nell’urbanizzazione si declina come consumo zero del territorio; nella scuola vuol dire conoscenza ed educazione a nuovi stili di vita; nella cultura si traduce come valorizzazione storica e delle eccellenze attuali, mentre nei servizi sociali diventa una via per alleviare e rendere sostenibile  il disagio. E ancora: nei servizi locali significa consentire di non sprecare le risorse a nostra disposizione, invitando all'uso dei mezzi di trasporti collettivi come pratica naturale e quotidiana (treno,  car sharing,  bike-sharing).  Forte di tali principi, 15 anni fa fui una delle organizzatrici della storica giornata "Puliamo il mondo",  durante la quale io e numerosi volontari realizzammo un completo restyling  della stazione ferroviaria di Biassono, tinteggiandone gli esterni, ma allestendone anche l'attuale giardino, oltre ad aver ripulito completamente il sito. Osservando la stazione di oggi sembrano passati secoli, eppure sono convinta che lo stesso entusiasmo di allora potrebbe ancora mobilitare i nostri concittadini in un'azione mirata di "adozione pubblica". Sono fra l'altro socio costituente dell’associazione culturale Gaetano Osculati, ove rivesto l’incarico di tesoriere, ma i miei interessi spaziano anche al teatro (grazie alle mie collaborazioni in spettacoli e compagnie locali), al golf e alle passeggiate nel verde, ma sempre con un occhio di riguardo al rapporto di convivenza con i nostri amici a 4 zampe. 

Da tempo sostengo la necessità di dotarci di aree attrezzate per cani anche a Biassono, sviluppando però un'educazione adeguata all'utilizzo di tali risorse. Sono inoltre fermamente convinta delle enormi potenzialità che il turismo può offrire al nostro territorio, ragion per cui ho preso parte con entusiasmo sia alle iniziative in costume per fare di Villa Verri un polo culturale-artistico, sia contribuendo in prima persona allo sviluppo del circuito illuminista Biassono-Ornago-Bosisio Parini, prendendo parte come delegata biassonese all'importante manifestazione del Maggio Pariniano 2016. Il prossimo 5 giugno disegna una croce sul simbolo di Lista per Biassono e, sulla riga delle preferenze, scrivi "Marina Terraneo". ;-)


lunedì 23 maggio 2016

VITTORIA SANGIORGIO, candidata al consiglio comunale

Ciao! Mi chiamo Vittoria Sangiorgio, sono nata a Monza 58 anni fa e risiedo da sempre a Biassono. Insegno da trentotto anni nella scuola Primaria statale, dove mi occupo anche di intercultura e inserimento degli alunni stranieri. Da dieci anni sono volontaria nell’associazione umanitaria milanese Emergency, nel gruppo di Monza e Brianza, con il quale organizzo banchetti, eventi pubblici e interventi nelle scuole di ogni ordine e grado per diffondere una cultura di pace e di rispetto dei diritti.



Dal 2013 sono fiera di presiedere l’associazione culturale biassonese intitolata a Gaetano Osculati, esploratore ottocentesco e nostro illustre concittadino. L’associazione, dalla sua costituzione ad oggi, è costantemente cresciuta nel numero degli associati, divenuti ormai più di cento, ampliando tanto il livello qualitativo della propria offerta culturale, quanto il raggio delle collaborazioni sul territorio. Tra gli appuntamenti più apprezzati dal pubblico ricordo senz’altro le serate con gli Enti Nazionali del Turismo di Milano, gli aperitivi letterari per far conoscere gli scrittori locali, le uscite sulle orme degli esploratori e l’evento musicale d’avanguardia offerto lo scorso dicembre in sala civica “Tosca” di Lirica3D. Non ultimo, la nascita del circuito dedicato all'Illuminismo italiano, celebrato attraverso i gemellaggi culturali fra Biassono e i Comuni di Ornago e Bosisio Parini, benché presto aggiungeremo ai nostri partner anche Limbiate. 



La grande passione per i viaggi e le esplorazioni, che intendo come mezzo per conoscere i popoli e le culture, e quindi come grande occasione di crescita personale, mi ha portata nel corso degli anni ad approfondire la conoscenza dei paesi del Medio Oriente, del Maghreb e del Sudamerica. È però la Turchia la terra che maggiormente ho frequentato e conosciuto. Il desiderio di stabilire un contatto più profondo con la sua gente mi ha spinta a diplomarmi in lingua e cultura turca all’ISIAO di Milano. Da questa prolungata frequentazione dell’Anatolia è nato il mio primo libro: “Donne di Licia. Viaggio tra le donne turche”, ed. Aletti 2010. Un viaggio nel Caucaso meridionale ha dato vita alla seconda opera “In viaggio coi marshrutka. Da Baku a Yerevan nelle terre dell’oda d’oro”, ed. La Caravella 2012, mentre ho raccontato alcuni viaggi compiuti su treni poco convenzionali in “Il treno della barranca e altri binari”, ed. La Caravella 2014. L’ultima mia pubblicazione uscirà il prossimo autunno e racconterà di viaggi e incontri in una terra altrettanto ricca e affascinante, quanto sconosciuta: l’Iran.


Ho deciso di proseguire il mio percorso con Lista per Biassono, iniziato in occasione delle elezioni del 2011, perché ho apprezzato il serio e costante impegno profuso dalla Lista in questi cinque anni nel tentativo di migliorare il paese. 

Ora ne condivido il nuovo, dinamico e “illuminato” programma, convinta che attraverso la cultura, soprattutto quando declinata in progetti capaci di creare opportunità di lavoro e commerciali, si possa dare impulso e vitalità a Biassono. 

Il prossimo 5 giugno disegnate una croce sul simbolo di Lista per Biassono e, nella linea delle preferenze, scrivete "Vittoria Sangiorgio" ;-) 







venerdì 20 maggio 2016

CARLO ROVELLI, candidato al consiglio comunale

Ciao! Mi chiamo Carlo Rovelli, ho 46 anni e vivo da sempre a Biassono, nonostante l'omonimia con uno dei maggiori fisici italiani faccia spesso credere mi trovi in convegni scientifici per tutto per il mondo. Laureato in ingegneria presso il Politecnico di Milano, a livello lavorativo mi sono specializzato nell'ambito consulenziale, offrendo i miei servizi presso grandi aziende quali Fastweb, Vodafone, H3g, Amadori, Genialloyd e numerose altre. Ho inoltre seguito progetti molto interessanti quali "Green public procurement" per Regione Lombardia, allo scopo di risparmiare risorse e consumi attraverso la condivisione di dispositivi d'ufficio e favorendo l'acquisto di prodotti a basso consumo. Attualmente rivesto il ruolo di Project manager nell'area IT (Information Technology) di una nota banca internazionale online.


Pratico sport a 360 gradi, essendo cresciuto come discobolo e allenatore nell'AICS Atletica Biassono, storica società biassonese fondata da mio padre Giuseppe Rovelli (oggi ricordato anche dall'affissione della sua foto nella saletta dei benemeriti in Villa Verri, la cui inaugurazione è prevista per le ore 16 di sabato 21 maggio 2016), della quale attualmente coordino il gruppo amatoriale di pallavolo, oltre ad avere un ruolo di rappresentanza a supporto del magnifico lavoro portato avanti dall'attuale presidente Claudia Brambilla. Mi diletto poi nella pratica della canoa, nel nuoto, nello sci da fondo e nel calcio, quando non mi dedico alla subacquea o alla fotografia naturalistica. Sono stato inoltre membro della Commissione comunale sport e tempo libero per tre legislature, nell'ultima delle quali ho apprezzato anche alcune scelte dell'ex assessore Donato Cesana.

Affascinato dall'Africa selvaggia, mi sono perso tra le monumentali bellezze naturali americane e canadesi, ho girovagato per l'Europa, ma sono sempre tornato tra le immense ricchezze della nostra amata Italia: coltivare la dimensione del viaggio è infatti fondamentale per tornare a guardare con occhi più attenti il nostro territorio, individuandone limiti, ma anche e soprattutto elementi di valore spesso sottovalutati, o non presi del tutto in considerazione. Dall'altra, viaggiare è un'ottima palestra per imparare il rispetto della diversità e delle culture altre. Per 10 anni sono quindi stato volontario presso il Centro socio educativo di Villa Raverio, in aiuto ai disabili: un'esperienza particolarmente formativa, grazie alla quale comprendere come ciascuno di noi possa contribuire a suo modo al bene della comunità, indipendentemente dai modelli di gestione tradizionali. Motociclista 365 giorni all'anno, conosco molto bene i problemi della viabilità locale e ritengo si debba trovare al più presto una soluzione per rendere le nostre strade meno affollate e più sicure.


Facendo tesoro di tutte queste esperienze, vorrei spendermi con Lista per Biassono per favorire la pratica sportiva a tutte le età, partendo naturalmente dai più giovani, in modo tale da coltivare un approccio sano alla vita, basato sui valori della socializzazione e dell'aggregazione. Questo significa rendere disponibili le nostre strutture in fasce orarie differenziate, agevolando i lavoratori anche attraverso l'uso di un portale web su cui siano operative tutte le società locali, ma dando loro anche modo di confrontarsi a livello intergenerazionale e con realtà sportive di alto livello. I nostri impianti devono trasformarsi in luoghi di aggregazione, ideali anche per coltivare i propri hobbies. Futuro papà di Mattia, m'impegnerò nel favorire servizi a supporto della famiglia per una Biassono più sicura e particolarmente attenta alle esigenze dei genitori con bimbi. Il prossimo 5 giugno, disegnate una croce sul simbolo di Lista per Biassono e, sulla linea delle preferenze, scrivete "Carlo Rovelli" ;-)


martedì 17 maggio 2016

CARLA PIROVANO, candidata al consiglio comunale

Ciao a tutti! Sono Carla Pirovano, nata il 2 ottobre 1989 a Carate Brianza, ma cresciuta e tuttora abitante a Biassono. Ho conseguito la laurea in Scienze Storiche presso l'Università degli Studi di Milano, dedicandomi in particolare all'antichità e coltivando la passione per l'archeologia. Ho infatti partecipato al progetto "Archeowiki", volto a promuovere la conoscenza e la diffusione del patrimonio archeologico lombardo meno noto, utilizzando Wikimedia per intercettare fasce di pubblico anche non specialista. Questo affascinante cammino ha alternato lezioni frontali, interattive, nonché visite nei musei e nei siti selezionati; nei casi in cui la visita non fosse stata possibile, è venuta in aiuto la riproduzione 3D di alcuni reperti. Ho così scoperto che tecnologia e cultura sono alleati e possono essere comprensibili per tutti! Seguendo la mia passione sono poi diventata volontaria del Gruppo Archeologico Ambrosiano, vicepresidente dell'Associazione Culturale Gaetano Osculati e guida turistica. Proprio in queste vesti, i biassonesi mi hanno conosciuta in diverse uscite sul territorio, la più memorabile delle quali resta forse il doppio tour su "Inquisizione e stregoneria a Milano", in occasione di Expo, mentre in Brianza ho recentemente tenuto un corso di formazione sulla storia degli esploratori, collaborando col Comune di Macherio.


Durante i miei studi e i miei viaggi ho iniziato a rendermi sempre più conto del grande potenziale storico-culturale del nostro paese. Proprio seguendo questo percorso ho avuto modo di familiarizzare con Lista per Biassono e mi sono accorta di come i suoi membri siano in grado di dare attenzione ai bisogni del cittadino, senza mai trascurare il ruolo fondamentale della cultura nello sviluppo di un paese consapevole e ricco. Una formula semplice riassume qualcosa che a volte sembra incomprensibile: STORIA + ARTE = BELLEZZA = LIBERTA'. Sono convinta che il miglior modo per sentirsi liberi e accettati, in un momento di difficoltà come quello in cui ci troviamo attualmente, sentendoci spesso soffocati, abbandonati o addirittura con le spalle al muro, passi attraverso la conoscenza della nostra storia, ma in modo curioso e creativo. Strano a dirsi, la cultura vive proprio di queste caratteristiche e spetta al nostro peculiare ingegno, al nostro talento, cambiare il futuro; quindi, perché non farlo? Sotto i nostri occhi si celano tesori nascosti, "beni dormienti" ancora da scoprire. E' tempo di risvegliare la nostra città! Il prossimo 5 giugno disegnate una croce sul simbolo di Lista per Biassono e, sulla linea delle preferenze, scrivete "Carla Pirovano" ;-)



lunedì 16 maggio 2016

DAMIANA PESSINA, candidata al consiglio comunale

Ciao! Mi chiamo Damiana Pessina, ho 46 anni e, nonostante abbia un cognome che richiami uno dei primi sindaci di Biassono, oltre che le complesse vicende di una delle aree e delle vie del nostro paese recentemente salite alla ribalta, sono nata a Roma. Sssst! Non fatelo sapere alla giunta leghista! Ad ogni modo, al di sotto del Po ho operato come indipendente per una legislatura nel Consiglio circoscrizionale (VI Municipio), organizzando e gestendo corsi d'informatica per i cittadini italiani e corsi d'italiano per i cittadini stranieri. Ho fra l'altro collaborato con il Tribunale dei Diritti del Malato per la raccolta dei disservizi nella Sanità, nonché col Movimento federativo democratico per il censimento delle case sfitte. Dopo aver conseguito una laurea in Scienze Politiche, sono stata praticamente adottata da Biassono: ho però trovato la mia vera vocazione 5 anni fa, quando ho iniziato a lavorare da infermiera e ho potuto così coltivare, anche a livello professionale, il mio impegno nel sociale. Mi piace infatti definirmi "una persona nel mondo, ma non del mondo". Sono madre di una bambina di 8 anni, ragion per cui da anni opero nella Commissione scolastica Mensa, con due adolescenti figli del mio compagno che girano per casa. A titolo personale, mi sono messa a disposizione di una famiglia dello Sri Lanka per la gestione dei bambini, di cui uno affidato in casa famiglia a Milano. Sono un membro attivo dell'associazione culturale Gaetano Osculati, ma anche un'esponente della "vecchia guardia" di Lista per Biassono, essendo impegnata fra le sue fila già da cinque anni.


Con molta volontà, cerco quotidianamente di conseguire un obiettivo ambizioso: sia nel lavoro, sia come attivista di Emergency in Italia, così come nel servizio in aiuto alle famiglia disagiate della nostra zona, ma anche in qualità di attivista per la trasmissione di valori sostenibili dal punto di vista economico e ambientale, vivo coerentemente al mio pensiero, ben riassunto dalle parole di Baden Powell. "Cerco di lasciare il mondo un po' meglio di come l'ho trovato". Se anche voi la pensate così, il 5 e il 6 giugno prossimi tracciate una croce sul simbolo di Lista per Biassono e, sulla riga delle preferenze, indicate "Damiana Pessina" :-) 

venerdì 13 maggio 2016

MONICA PATUZZI, candidata al consiglio comunale

Ciao a tutti! Certo non avrei mai immaginato che il mio nome potesse comparire tra i candidati di una lista elettorale, e invece...eccomi qui! Da sportiva ed ex calciatrice, immaginando un incontro di pallone, potrei dire che a centrocampo gioco io: con il n. 8, MONICA PATUZZI.

Sono nata e cresciuta a Monza, classe 1963, residente a Biassono da ormai venticinque anni e sono impiegata da oltre 30 presso la catena di negozi Librerie Feltrinelli, che considero quasi una seconda casa: amo il mio lavoro e continuo a svolgerlo con dedizione e passione. Sono appassionata di musica, cinema, teatro e giochi di squadra, ma mi diletto anche nella fotografia. In generale, chi mi conosce mi definisce un tipo attivo e dinamico, tanto pratico quanto creativo, in particolare con uno spiccato senso organizzativo. 

Le due ruote sono una vera e propria scelta di vita, sia a livello ciclistico che motociclistico. LIFE IS A BIKE! A Biassono sono anche nota come mamma “tandem” o “pulmino”, dal momento che, circa vent'anni fa, usavo portare in bicicletta all'asilo le mie due pargole, una davanti e l'altra dietro. Non a caso sono finita intervistata da “Biassono blog tv”, proprio per esprimere un giudizio sulla qualità “bizzarra” delle nostre piste ciclabili (su strada, ma anche su sentieri) e sulla viabilità a singhiozzo del nostro Paese (per il quale, su stimolo di un post apparso anni fa su questo blog, era stata anche portata in consiglio comunale un'apposita mozione di LpB per collaborare alla formazione di un network territoriale di bike-sharing, utile in primis per la nostra stazione dei treni). 


Qualche anno fa ho creato il gruppo biassonese “Mamme alla Riscossa”, un sodalizio per dare spazio alle nostre passioni e ai nostri interessi culturali, dal momento che spesso, negli primi anni genitoriali, la vita di noi donne e mamme finisce per limitarsi alla triade scuola, famiglia, lavoro.


Sono una componente molto attiva dell'Associazione culturale “Gaetano Osculati”, di cui curo la pagina web, la promozione pubblicitaria e per la quale sono stata relatrice durante il ciclo d'incontri "L'Italia che pedala"; mi rendo disponibile anche nel sociale, dedicando un paio d'ore circa la settimana, per i servizi di doposcuola in oratorio.
Potrei essere la cittadina qualunque, la vicina della porta accanto: una persona semplice, con cui si parla del più e del meno e che, in caso di necessità, è però sempre pronta a dare una mano. Per me è infatti fondamentale spendersi a favore della vita comunitaria e lo ritengo un dovere di ogni cittadino. 


Perché qui, dunque?  Perché in Lista per Biassono non ho visto solo entusiasmo o idee innovative, ma anche tanta solidarietà e coerenza, tradottesi in costante partecipazione civica. Ci si aspetta che l'esempio parta sempre dall'alto, ma se si vuole veramente cambiare, il primo passo dev’esser fatto da noi: la vera partecipazione è sempre partecipazione “attiva”. Ma con la giusta dose di umiltà: come recita il mio motto, “nessuno è perfetto” (da “A qualcuno piace caldo”).
Il prossimo 5 giugno fai una croce anche tu sul simbolo di Lista per Biassono e, sulla linea delle preferenze, scrivi “Monica Patuzzi” ;-)