Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

lunedì 2 maggio 2016

PIAZZA LIBERTA': "CI HANNO DIMENTICATO!"


Appena 20mila euro a bilancio. E' questo l'ammontare degli investimenti comunali messi a disposizione per Piazza Libertà, forse il luogo di ritrovo più trascurato di tutto il paese. Non basta, però, accantonare qualche migliaia d'euro, pensando questi servano solo per sistemare attrezzature gioco rotte da teppisti, o curare il poco verde presente. 

Noi di LpB siamo fermamente convinti occorra rifunzionalizzare l'intera area, rimasta nel tempo slegata dalla vita sociale del paese e le cui potenzialità aggregative sono fortemente penalizzate dall’assenza di una visione urbanistica di pregio. 


Dopo una serie d'interviste effettuate in loco, risulta fra l'altro chiaro che non sarebbe neppur sufficiente riarredare la piazza con attrezzature sportive, o installare eventuali giochi "avanguardistici" (pensati ad esempio per la produzione energetica passiva, come le famose bici-dinamo, o semplicemente capaci di promuovere aggregazione, rispolverando scacchiere a suolo o quadrati per il gioco della settimana...). Gli habitué, compagnie giovani spesso e ingiustamente nel mirino delle forze dell'ordine, aspettano una struttura polifunzionale e coperta che permetta esibizioni musicali o teatrali, più verde per ripararsi durante le estati infuocate, recinzioni di protezione e un calendario di eventi che, col concorso dei commercianti e dell'amministrazione comunale, torni ad attrarre ospiti in zona, oltre ad aiutare ad agganciare la piazza al mercato biassonese. Sogni? Macché. Su nostro invito, commercianti e residenti sarebbero pure disposti a dar vita a un comitato di zona, lanciando la prima "social-piazza" di Biassono! 


FOTOREPORTAGE DI UN WEEKEND TARGATO LpB2016: quando la cultura diventa motore di socialità

"IN VIAGGIO CON ARISTOTELE: DA STAGIRA A BIASSONO"

Venerdì 29 aprile, nella sala civica di Villa Verri a Biassono, ha avuto luogo il 1° confronto ufficiale in Italia dedicato all'Anno Unesco di Aristotele, in occasione dei 2400 anni dalla nascita del grande filosofo greco di Stagira. L'iniziativa è stata resa possibile grazie alla preziosa collaborazione di Eleni Sarikosta, rappresentante in Italia dell'ente ellenico del turismo della Penisola Calcidica, così come del professor Marco Migliorini dell'Università dell'Insubria (Cattedra di Storia Romana), arricchita fra l'altro da un rinfresco a base di liquore ouzo e pasticcini greci preparati dal giovane chef biassonese Lorenzo Pozzi. L'obiettivo dell'incontro è consistito nell'offrire un ampio excursus di carattere storico, geografico e turistico sulla regione greca dove nacquero Aristotele e Alessandro Magno, cui sono stati oggi dedicati nuovi circuiti di visita particolarmente interessanti per gli studenti dei licei e delle università. Grazie al turismo, infatti, la Grecia si sta piano piano risollevando dalla grave crisi finanziaria che l'ha colpita, mostrando come sia possibile rilanciare l'economia e il commercio partendo dalla valorizzazione culturale del proprio patrimonio, motivo di orgoglio e partecipazione attiva quando un popolo torna consapevole delle proprie radici. Strategia affine a quella che Biassono stessa sta oggi perseguendo in riferimento all'eredità illuminista sul proprio territorio, da cui potrebbe trarre ancor più slancio grazie ai nuovi strumenti di collaborazione e partecipazione civica promossi da Lista per Biassono. A ben guardare, però, si tratta di forme aggiornate di antichi strumenti amministrativi che avevano fatto della polis (città-stato) greca un esempio virtuoso di democrazia diretta, ben analizzata nei testi aristotelici della Politica e dell'Etica Nicomachea, e ora rielaborati per offrire nuovi servizi a Biassono.  

sabato 30 aprile 2016

UNA STAFFETTA PER S. GIORGIO

Tutti in pista, oggi! Alle ore 16, parte una storica staffetta degli amici di Lista per Biassono alla volta della frazione di S. Giorgio al Lambro: il gruppo dei "runners" (corridori), guidati dal candidato sindaco Alberto Caspani, si ritrova al parcheggio dell'edicola di S. Andrea, lungo la strada provinciale Monza-Carate. I "bikers" (ciclisti) hanno appuntamento alla stessa ora in Piazza Italia, per accogliere la prima frazione in corsa della staffetta. Al cambio di bandiera, si proseguirà quindi per il parcheggio del Centro sportivo di via Parco, dove avverrà il terzo cambio, mentre il quarto è previsto al parcheggio della stazione dei treni. Ultimo scatto, tutti insieme, lungo viale Regina Margherita, per far sventolare la bandiera di Biassono nella frazione e portare in dono un'epigrafe dedicata al grande esploratore originario di S. Giorgio: Gaetano Osculati. Proprio la sua figura è al centro del programma di rilancio del territorio dei nostri concittadini al confine con Villasanta (che già era stato proposto nell'estate 2013 da LpB, con una mozione in consiglio comunale bocciata dalla Lega Nord per mere ragioni di pregiudiziali ideologiche), che verrà presentato direttamente in piazza. Seguiteci! Andiamo di corsa ;-) 



martedì 26 aprile 2016

UN FUTURO "LUMINOSO" PER VILLA VERRI

Villa Verri ritorna ai fasti settecenteschi? Pare proprio di sì. Sabato scorso, 23 aprile, Lista per Biassono ha proposto un originale fotolaboratorio mobile fra Piazza Italia, Villa Verri e il Centro Storico, facendo sfilare dame e cavalieri fra spettatori piacevolmente sorpresi, ma anche pronti a farsi immortalare al fianco dei figuranti. 

Un primo assaggio del progetto di ri-valorizzazione dell'attuale sede municipale che, se trasferita nell'ex palazzina Pressindustria, permetterebbe al Comune di disporre di un notevole polo culturale-turistico con cui finanziare le proprie casse, generando anche nuove opportunità di lavoro sul territorio. 

L'iniziativa, volta a restituire a Biassono il suo originale ruolo di culla dell'Illuminismo italiano, proseguirà sabato 7 maggio col gemellaggio culturale con Ornago, dov'è sepolto il nostro illustre concittadino Conte Pietro Verri. Attesi, fra i vari ospiti, gli eredi di famiglia Verri, in occasione dei 250 anni dalla pubblicazione del foglio "Il Caffé", voce dell'Italia illuminista a cura proprio dei Conti biassonesi Verri. 


A breve, infine, sarà reso noto il nome del fotografo vincitore del concorso svoltosi sabato 23 aprile, di cui offriamo una breve anteprima degli scatti (il reportage sarà in esposizione sotto i portici di Piazza Italia, grazie alla collaborazione di FotoSerra). 


venerdì 22 aprile 2016

16 IDEE PER ECO-RIPROGETTARE BIASSONO

Un territorio tutto da ripensare. Benché in questi anni si sia costruito tanto e consumato troppo, Biassono ha perso molte occasioni per fare reali passi avanti nello sviluppo di una comunità armonica, sostenibile e, soprattutto, integrata col proprio habitat naturale. 

Ogni giorno abbiamo sotto gli occhi i casi emblematici dei nuovi quartieri fantasma nell’area ovest del paese, del cosiddetto “Borgo della Seta”, delle case vuote di S. Giorgio o di un centro storico sempre più abbandonato a sé (e di cui abbiamo già stigmatizzato i forti limiti, così come le prospettive di sviluppo alternative, ma anche la necessità di alimentare nei cittadini stessi una nuova forma di sensibilità ed educazione rispetto alleproblematiche socio-economiche attuali).

mercoledì 20 aprile 2016

BIASSONO, FRA I COMUNI PIU' CARI DOVE VIVERE

Tassazione locale ai livelli massimi e nessuna progressività dell'imposizione. Il Bilancio di Previsione 2016 del Comune di Biassono manifesta, ormai da anni, quasi sempre le stesse identiche problematiche, in aggiunta ai famigerati vincoli del Patto di Stabilità imposti dallo Stato agli Enti locali.

Lista per Biassono, pur coi tempi capestro imposti dal nuovo Regolamento di Contabilità - 7 giorni appena, grazie anche al lungimirante voto di PD e CDL che, lo scorso anno, si sono allineati con la giunta leghista nel dimezzare il periodo concesso agli emendamenti) - ha provato per l'ennesima volta ad agire in chiave di maggiore equità: con fatica e sacrificio, nei giorni scorsi è stato presentato un nostro emendamento finalizzato ad elevare la fascia di esenzione per l'addizionale comunale all’Irpef, dagli attuali 7.500 a 15.000 euro. E, come ogni anno, è stato l’unico emendamento portato in consiglio comunale, visto che le altre forze politiche spendono tante parole, senza portare mai proposte concrete. Proposta naturalmente "bocciata", dal momento che i fondi movimentati "sono già stati impegnati": paradossi di un bilancio di "previsione" che, a ben guardare, ha ben pochi margini da prevedere ancora. 

Ma altro, e di più, occorrerebbe fare.

lunedì 18 aprile 2016

ARISTOTELE SALVERA' BIASSONO E REFERENDUM

Il fallimento del cosiddetto “referendum delle trivelle” non è problema che riguarda genericamente l’Italia. Riguarda tutti noi e, nella fattispecie, noi biassonesi, capaci di portare alle urne poco più del 30% degli elettori

Se la politica appare oggi qualcosa d’intrinsecamente sporco, corrotto e non degno del nostro contributo, non va ipocritamente condannata o sprezzata, ma interrogata sul perché non sia in grado di esprimere quanto di meglio la nostra società ha da offrire: ci accorgeremmo, forse, che il problema non è la politica in sé, né tanto meno lo sono i politici, quanto piuttosto il modello di democrazia che stiamo (o meglio, non stiamo) esercitando. Poiché non siamo santi, o dei, e rare, rarissime sono le persone virtuose per natura, dobbiamo trovare strumenti che evitino abusi, speculazioni ed opportunismi. 

domenica 17 aprile 2016

MILANO OMAGGIA IL "MAESTRO" BIASSONESE


Arena di Milano col naso all’insù, nel ricordo di Giuseppe Rovelli: il grande campione d’atletica e maestro di vita di moltissime generazioni biassonesi, scomparso lo scorso 2 agosto. L’ultima edizione dei Trofei Studenteschi è stata infatti inaugurata con un toccante omaggio al pluridecorato Master, che a 96 anni raccoglieva ancora medaglie e successi sui campi d’Italia, d’Europa e nelle edizioni internazionali dei Mondiali di Pentathlon lanci. Venerdì scorso, 15 aprile, alla presenza dei vertici dello sport italiano, e sotto gli occhi di due campionissimi quali il canoista olimpionico Antonio Rossi e il “libero” milanista Franco Baresi, un grande cartellone raffigurante Rovelli nelle vesti di tedoforo è stato liberato in cielo, lasciando che una manciata di palloncini gialli lo guidasse verso quelle stelle tante volte raggiunte con i suoi lanci, ma anche per i fulminei scatti nelle gare di mezzofondo disputate in gioventù. 

sabato 16 aprile 2016

STAZIONE DEI TRENI: BANCO DI PROVA PER I BIASSONESI

Stazione ferroviaria, qualcosa si muove. E, stavolta, non sono solo i ladri nell’ombra. La raccolta firme organizzata questa mattina da Sara Pirro, pendolare ormai stanca di dover ascoltare storie di furti d’auto e atti vandalici nei pressi dello scalo biassonese sulla linea Milano-Molteno-Lecco, è stata accompagnata da segnali d’impegno incoraggianti. 

O, quanto meno, da parte dei cittadini privati, visto che il casuale incontro con l’attuale vicesindaco Luciano Casiraghi non ha fruttato grandi promesse per gli habitué della stazione. “Questi problemi riguardano ormai tutto il territorio, non solo la stazione - ha commentato un po’ stizzito Casiraghi - e possiamo fare ben poco, se chi è fermato per furti, viene poi rilasciato dopo poche ore. Nuove telecamere sarebbero inutili, oltre che costose”.