Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

lunedì 7 maggio 2018

2018: Fuga dalle scuole di Biassono


L’Istituto Comprensivo Scolastico “S. Andrea” è sempre più vicino alla soglia critica degli iscritti. Quest’anno, sui 96 nati nel 2012, ben 35 hanno deciso di frequentare scuole extracomunali: praticamente un terzo degli alunni. Sono cifre preoccupanti, perché il totale dei nostri bambini e ragazzi ammonta a 708 unità per l’anno scolastico 2018/2019, appena 8 in più per mantenere sul territorio dirigente e insegnanti. Sotto i 700, nulla è più garantito. Al di là di piani di offerta formativa più innovativi (nel nostro paese, ad esempio, la lingua inglese non è curriculare sin dai primi anni d’insegnamento), una delle cause maggiormente lamentate resta l’assenza a Biassono di asili nido e scuole materne statali. Tali istituzioni, infatti, sono in grado di garantire tariffe d’iscrizione più economiche. 

Per anni Lista per Biassono si è battuta a favore di questi servizi, venendo supportata anche da diversi rappresentanti dei genitori degli alunni, ma la giunta leghista ha sempre opposto un diniego intransigente. Persino pochi giorni fa, quando l’assessore ai Servizi Sociali Nadia Beretta ha ribadito alla dirigente scolastica che, con la Lega Nord in amministrazione, qualsiasi opzione statale non verrà mai presa in considerazione. Ora, però, Biassono inizia a pagarne le conseguenze. Le modalità di pagamento riservate agli iscritti alla scuola materna “Clotilde Segramora”, che sono costretti a pagare 160 euro al mese - se residenti - senza possibilità di scorporare la quota mensa in caso di non adesione, non agevolano certo le tasche delle famiglie. Calando il numero degli iscritti, però, l’amministrazione comunale è tenuta a ricalcolare anche la quota del contributo che ogni anno versa alla scuola come sostegno: 210mila euro per la materna “Clotilde Segramora” e altri 30mila per la scuola della frazione di S. Giorgio. In base ai termini della convenzione in vigore sino al 2019, il contributo viene infatti determinato in funzione degli iscritti. Risultato: i minori fondi comunali finirebbero per aggravare i costi d’iscrizione, rendendo sempre meno appetibili le nostre scuole, oltre che difficile la loro già delicata situazione economica. 

Che a Biassono esista un problema di formazione è comprovato anche dalla nascita, negli scorsi mesi, dell'associazione per il sostegno degli alunni e degli studenti "Pensieri al contrario" (inizialmente supportata dall’amministrazione comunale mettendo a disposizione una sede, poi revocata, presso la scuola media “P. Verri”). Né va trascurato il fattore attrattivo degli edifici scolastici: nonostante le caratteristiche uniche, fra cui la vicinanza al Parco di Monza e una dimensione architettonica d’avanguardia, l’elementare “Martin Luther King” non è mai inserita in un progetto di rinnovamento complessivo, in grado di restituirle il fascino dei primi anni di costruzione. Per la giunta leghista è tempo di guardare in faccia la realtà. Se non si cambia, sono i cittadini a cambiare. Non le loro richieste, ma il paese dove crescere i propri figli. 

8 commenti:

  1. Mah! e il loro capo si candida per governare l'Italia!
    Poveri noi!

    RispondiElimina
  2. non mi sembra che i governi di sinistra che si sono succeduti nell'ultimo decennio abbiano promulgato leggi che favoriscano l'apertura e il mantenimento di asili nido e scuole primarie. solo qualche soldino nell'ultimo anno per le riparazioni di emergenza degli immobili. meno male che per le LIM e materiale vario ci ha pensato il buon Bernardo Caprotti dell'esselunga. gli effetti della buona scuola li sto ancora aspettando, ma... eppoi aspetti architettonici a parte, l'attrattività di un plesso scolastico dipende soprattutto dall'organizzazione, dalla qualità dei professori e dal loro tasso di assenteismo. scusate ma qui conta molto il dirigente scolastico. d'altronde se ha la qualifica e lo stipendio da dirigente....

    RispondiElimina
  3. Magari con la Lega al governo del Paese anche i nostri amministratori locali potrebbero cambiare idea sul fatto " dell'opzione statale"...o
    no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Offerta di prestito seria a qualsiasi persona onesta che ha bisogno!

      Ciao Hai bisogno di finanziamenti per la tua casa, per la tua azienda, per l'acquisto di auto, per l'acquisto di moto, per la creazione della tua attività, per le tue esigenze personali più dubbi. Concediamo crediti personali che vanno da 2000 a 800.000 euro con un tasso di interesse nominale del 2% indipendentemente dall'importo. Si prega di specificare nelle domande di prestito l'importo esatto che si desidera e la data. Si prega di scrivere a noi per i vostri prestiti personali: Gruppo finanziario al vostro servizio 24/24 ore
       Presto solo i successori per ripagarmi:
      Contattateci solo per e-mail: notarialeangelo72@gmail.com

      Elimina
  4. Mi sfugge il collegamento tra l'esodo dalle scuole di Biassono e la mancanza di una materna statale. Da anni moltissime famiglie decidono di iscrivere i figli negli istituti dei paesi limitrofi... cosa c'entra questo con la scuola dell'infanzia? Mi sembra, come al solito, un modo per nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere i problemi reali. Primo tra questi, la totale mancanza di collaborazione tra scuola e amministrazione comunale. E' cosa nota, anche a livello nazionale, che la Lega poco ci azzecchi con formazione, scuola e cultura. Questo disinteresse ha portato a Biassono ad un investimento sempre più inconsistente di forze e di denaro nel settore scolastico, a partire dall'edilizia, con il plesso Sant'Andrea, un tempo piccolo gioiello di architettura scolastica e ora rudere penoso, che di certo non attira i genitori più esigenti, nonostante la vicinanza del parco; per non parlare dei fondi destinati al diritto allo studio, assolutamente non al passo con le esigenze di una scuola moderna. E ci sarebbe una lunga lista di incombenze alle quali l'attuale amministrazione si sottrae con troppa disinvoltura. Ma la colpa non è solo della lega: anche la scuola ci mette del suo, da anni. Progetti obsoleti, poca apertura al nuovo. Mai un'autocritica e poca voglia di crescere e di sperimentare in modo serio e approfondito. Forse, di fronte a questi continui insuccessi chi ha il compito di dirigere, dovrebbe avere il coraggio di chiedere una riflessione ai propri insegnanti, invitandoli a domandarsi se, magari, in qualcosa hanno sbagliato. Senza, per una volta, incolpare genitori, stampa, organi collegiali e chissà chi altri. Poi si richieda pure una scuola dell'infanzia statale, ma solo quando ciò che già esiste, dimostrerà di saper funzionare al meglio.

    RispondiElimina
  5. ma lo stesso problema di numeri si verifica con la scuola elementare Aldo Moro?

    RispondiElimina
  6. Offerta di prestito seria a qualsiasi persona onesta che ha bisogno!

    Ciao Hai bisogno di finanziamenti per la tua casa, per la tua azienda, per l'acquisto di auto, per l'acquisto di moto, per la creazione della tua attività, per le tue esigenze personali più dubbi. Concediamo crediti personali che vanno da 2000 a 800.000 euro con un tasso di interesse nominale del 2% indipendentemente dall'importo. Si prega di specificare nelle domande di prestito l'importo esatto che si desidera e la data. Si prega di scrivere a noi per i vostri prestiti personali: Gruppo finanziario al vostro servizio 24/24 ore
     Presto solo i successori per ripagarmi:
    Contattateci solo per e-mail: notarialeangelo72@gmail.com

    RispondiElimina
  7. Salve a tutti,
    Hai bisogno di un prestito per i bisogni della tua famiglia, aumenta la tua attività o il tuo business da 3.000 a 500.000 € o il 2% a un tasso di interesse del 2%. Email di contatto: servizio.finanza34@gmail.com o +33756857346 su WhatsApp per ulteriori informazioni,


    Salve a tutti,
    Hai bisogno di un prestito per i bisogni della tua famiglia, aumenta la tua attività o il tuo business da 3.000 a 500.000 € o il 2% a un tasso di interesse del 2%. Email di contatto: tortoragiuseppe54@gmail.com o +33756857346 su WhatsApp per ulteriori informazioni

    Salve a tutti,
    Hai bisogno di un prestito per i bisogni della tua famiglia, aumenta la tua attività o il tuo business da 3.000 a 500.000 € o il 2% a un tasso di interesse del 2%. Email di contatto: tortoragiuseppe54@gmail.com o +33756857346 su WhatsApp per ulteriori informazioni

    RispondiElimina