Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

giovedì 8 novembre 2018

Mozione per l'istituzione del Bilancio di sostenibilità



In previsione del prossimo consiglio comunale e come primo atto ufficiale di allineamento di Lista per Biassono alle richieste formulate dall'Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile, abbiamo presentato oggi in Comune la seguente mozione. Tempo di svoltare per Biassono.





MOZIONE DI LISTA PER BIASSONO
in merito all’ISTITUZIONE DEL BILANCIO COMUNALE DI SOSTENIBILITA’


Il 25 settembre 2015, le Nazioni Unite hanno approvato l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile, definendo 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030: gli SDGs, Sustainable Development Goals nell’acronimo inglese. 

In sintesi, essi sono:

  1. Sconfiggere la povertà
  2. Sconfiggere la fame
  3. Salute e Benessere
  4. Istruzione di qualità
  5. Parità di genere
  6. Acqua pulita e servizi igienico-sanitari
  7. Energia pulita e accessibile
  8. Lavoro dignitoso e crescita economica
  9. Imprese, innovazione e infrastrutture
  10. Ridurre le disuguaglianza
  11. Città e comunità sostenibili
  12. Consumo e produzione responsabili
  13. Lotta contro il cambiamento climatico
  14. Vita sott’acqua
  15. Vita sulla terra
  16. Pace, giustizia e istituzioni solide
  17. Partnership per gli obiettivi

È stato un evento storico sotto diversi punti di vista, essendo stato espresso un chiaro giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale. Tutti i Paesi sono ora chiamati a contribuire allo sforzo di portare il mondo su un sentiero sostenibile, definendo una propria strategia di sviluppo sostenibile che consenta di raggiungere gli SDGs e rendicontando i risultati conseguiti all’interno di un processo coordinato dall’Onu. 

L’attuazione dell’Agenda 2030 richiede un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società, dalle imprese alle amministrazioni pubbliche, dalla base civile alle istituzioni filantropiche, dalle università ai centri di ricerca, agli operatori dell’informazione e della cultura. Come evidenziato nella relazione annuale presentata il 4 ottobre scorso in Parlamento da ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (http://asvis.it), oltre al Governo italiano, sono dunque coinvolte anche le Regioni, le Province e i Comuni, benché a livello territoriale l’informazione e la sensibilità su questi temi risultino ancora scarse. 

Come dichiarato in occasione delle elezioni amministrative 2016 da Matteo Ricci, vicepresidente ANCI, “su tutte queste questioni, i sindaci chiedono da sempre di poter incidere con maggiore efficacia, anche perché chiamati a rispondere in prima battuta alle esigenze dei cittadini, nonostante alcuni di questi temi non siano sotto la loro piena responsabilità. Vorremmo perciò sensibilizzare fin da subito i sindaci affinché integrino il loro impegno locale con un impegno all’interno di ANCI per dare sempre maggiori strumenti a tutte le autonomie”.


Migliorare la qualità della vita e rendere le città sostenibili rappresenta quindi una vera sfida
per i sindaci ed è per questo che ANCI e ASviS chiedono un impegno formale,
un’adesione all’Agenda Globale 2030, per portare il Paese sul sentiero della sostenibilità e
quindi di inserire tra gli impegni amministrativi, in particolare, quelli indicati dall’Obiettivo 11 con i suoi dieci “sotto-obiettivi”, da realizzare attraverso azioni concrete da parte dell’Amministrazione Comunale. 

I sotto-obiettivi sono:

1. Accesso per tutti ad un alloggio e a servizi di base adeguati
2. Fornire trasporti sicuri e sostenibili
3. Urbanizzazione inclusiva e sostenibile
4. Salvaguardia del patrimonio culturale e naturale
5. Riduzione numero di persone colpite da calamità
6. Riduzione impatto ambientale pro capite delle città (aria e rifiuti)
7. Accesso universale a spazi verdi pubblici sicuri e inclusivi
8. Rafforzamento dei rapporti economici, sociali e ambientali positivi tra le zone urbane
9. Introduzione di piani integrati di inclusione e l'adattamento ai cambiamenti climatici
10. Sostegno ai paesi meno sviluppati nella costruzione di edifici sostenibili e resilienti

Proprio per rafforzare la consapevolezza su questi impegni fondamentali per la sopravvivenza della nostra società, per uno sviluppo equilibrato rispetto al pianeta e alle comunità che lo abitano, ma anche per contribuire a una maggiore responsabilizzazione e a un più ampio coinvolgimento del cittadino nella vita amministrativa,

Lista per Biassono impegna il Consiglio Comunale e l’amministrazione comunale tutta a:

  • perseguire, nelle modalità e nelle facoltà concesse ai Comuni, i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu;

  • stilare ogni anno, in occasione del Bilancio di Previsione e del Bilancio Consuntivo, analoghi documenti di Bilancio sostenibile di Previsione e di Bilancio sostenibile Consuntivo, nei quali siano sinteticamente indicati i progetti da perseguire rispetto ai 17 obiettivi sostenibili e il loro livello di realizzazione effettiva su scala annuale o pluriennale, contribuendo in tal modo a dotare il Comune di un proprio Bilancio di Sostenibilità, nonché di uno strumento concreto di misurabilità e rendicontazione;

  • organizzare almeno un incontro pubblico all’anno che informi la cittadinanza sui risultati del percorso sostenibile intrapreso, permettendo di raccogliere eventuali contributi diretti dalla base civile e di coinvolgerla sul piano pubblico e privato nell’impegno amministrativo di sostenibilità;

  • promuovere l’informazione pubblica sui temi dell’Agenda 2030 e degli impegni assunti a livello comunale;

  • istituire un registro comunale di sostenibilità, all’interno del quale siano riportati i nomi dei cittadini  che, di volta in volta, partecipano alle iniziative pubbliche di sostenibilità organizzate dal Comune, prevedendo eventuali riconoscimenti, facilitazioni e/o benemerenze in funzione del numero delle partecipazioni, e/o delle azioni personali/associative realizzate a favore della comunità

1 commento:

  1. Buongiorno,
    Stai cercando un prestito? Offriamo prestiti a tassi di interesse molto bassi del 3%.
    Diamo prestiti per tutti i paesi del mondo.
    Di seguito sono riportati i tipi di prestiti che offriamo.
    * Prestito personale
    * Prestito aziendale
    * la garanzia del prestito
    * prestiti non garantiti
    * prestito commerciale
    * Prestito per studenti
    * mutuo ipotecario
    * Prestito di consolidamento
    * Il prestito di occupazione
    * Per pagare i debiti del prestito
    * Prestito di investimento
    Nota: se sei molto interessato ai nostri servizi e imponi un prestito, ti preghiamo di contattarci

    Email: fedora.rigotti51@gmail.com

    Whatsapp: +39 3891124366

    Siamo disponibili 24/24

    RispondiElimina