Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

mercoledì 19 dicembre 2012

STOP AL RAZZISMO DELLA LEGA NORD!



ATTENZIONE!

Diversamente da quanto comunicato in precedenza, l'iniziativa "Welcome Night" prevista per giovedì 20 dicembre alle ore 21, presso la sala civica di Villa Verri a Biassono, si trasferisce all'oratorio femminile in via Don Beretta, sempre a Biassono, alla stessa ora e nello stesso giorno. 

I motivi di tale spostamento sono contenuti nel comunicato che segue.

Lista per Biassono e l'Associazione culturale Gaetano Osculati ringraziano il parroco Don Giuseppe Galbusera per la gentile e tempestiva ospitalità offerta. 




































A tali pretestuose motivazioni, Lista per Biassono ha ulteriormente precisato le modalità di svolgimento della manifestazione, per bocca del suo capogruppo.







4 commenti:

  1. Un cittadino di Biassono20 dicembre 2012 05:05

    Il razzismo di questi politici è talmente evidente che non merita commenti.
    La solitudine in cui stanno precipitando sarà la loro fine politica.
    F.C.

    RispondiElimina
  2. e intanto, nonostante ogni tenativo (il)lecito della giunta e del loro ducetto la serata è stata rilocalizzata e si è tenuta: come sempre interessante, particolare, ma soprattutto culturale, ambientazione quantomai assente in questo paese (p minuscola=Biassono). Ben contenta di esserci andata, e di aver visto e ascoltato le testimonianze sulla presenza di Maria (intesa come madre di Gesù) nella vita e nella cultura di tanti popoli. Grazie. Ogni tanto è bello anche stare qui.
    e ai fascistoni/razzisti/antidemocratici rinchiusi nel loro micro-orticello mentale....che dire...BASTA! ANDATE VIA!! NE ABBIAMO PIENE LE TASCHE!!
    D.P.

    RispondiElimina
  3. Il sindaco insieme alla giunta dovrebbe solo vergognarsi,è palese che dietro alla falsa scusa del "non si può mangiare" in Sala Civica,ci sia la palese volontà di ostruire ed impedire una manifestazione che ha come tema quello dell'integrazione tra popoli e culture diverse. Mi aspetto nei prossimi giorni una smentita per mezzo stampa ma sarebbe solo degli ipocriti a portare avanti una scusa così assurda e poco plausibile.Mi auguro solo che la gente si indigni insieme a noi e che faccia sentire la propria voce,perchè cose del genere non si ripetano mai più in un paese che anche se governato da barbari dovrebbe quanto meno mostrare segni di minima civiltà. Mi fa anche specie che nessuno della Lega Nord o dell'amministrazione comunale abbia mai scritto un articolo sul vostro blog,anche se so per certo ( e non per sentito dire) che negli ambienti dell' amministrazione biassonese è molto seguito,e in certe occasioni c'è qualcuno che segue il blog anche da molto lontano... Questo è sintomo che questo blog è tutt'altro che poco credibile,se così non fosso non si spiegherebbe tutto questo interesse.

    V

    "Gli artisti usano le bugie per dire la verità mentre i politici per coprire la verità"

    RispondiElimina
  4. Non tutto il male vien per nuocere,ci hanno accusato di cercare visibilità ed ecco che grazie a una loro mossa poco scaltra si restituisce il favore con gli interessi. Mi piacerebbe vedere un articolo di giornale su questi fatti incresciosi accaduti,non solo per le palesi violazione al regolamento comunale ma anche per la evidente intransigenza che hanno dimostrato di applicare solo quando qualcosa potrebbe non fare gli interessi dell'amministrazione e questi interessi sono del tutto differenti dagli interessi della popolazione e dei cittadini biassonesi. Ancora una volta si sono sentiti in dovere e in potere di decidere per tutti sublimando il pensiero comune nel proprio pensiero politico e culturale senza tener presente i veri interessi del cittadino. E' evidente che ancora una volta si sentono alle strette e probabilmente avranno pensato che bastasse privarci della Sala Civica per farci demordere dai nostri intenti,e noi ancora una volta abbiamo dimostrato che siamo più forti e più scaltri di loro e la serata si è svolta nel migliore dei modi ed in un contesto culturalmente e simbolicamente molto più significativo. Spero vivamente che questo loro "modus operandi" cessi il prima possibile e che la notizia venga pubblicata su qualche giornale,non per acquisire visibilità,di quella ne abbiamo parecchia,ma perchè tutti devono sapere le oscenità che si perpetrano all'interno del comune e il loro modo obsoleto e superato di pensare ed agire.

    Mi fa sorridere il fatto che solo una settimana fa su un giornale era comparsa un intervista fatta al nostro "amatissimo" borgomastro(...) dove diceva che LpB era restia al dialogo... ma ancora una volta i fatti smentiscono le loro parole,chi è veramente restio al dialogo,alla luce degli ultimi avvenimenti?

    RispondiElimina