Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

lunedì 5 marzo 2012

SAN GIORGIO ALZA LA VOCE



Arturo Pozzoli

Ho letto il volantino che avete lasciato in giro per san Giorgio.
Io vivo li da neppure due anni, quindi mi riferirò solo a questa frazione
SERVIREBBERO:

1) mezzi pubblici (pullman, car sharing o treno) che colleghino San Giorgio a Biassono, a Villasanta e a Monza (oppure un pulman che porti i SANGIORGINI a prendere altri mezzi pubblici.
2) regolamentazione dell'ingresso auto dalla porta del parco di San Giorgio (tutti entrano, parcheggiano, fanno fare il giro al cane  e senza raccogliere le feci, passano ad alta velocità per andare in Viale cavriga..) Non si può mettere delle guardie almeno zoofile??  
3) cestini per i rifiuti e distribuzione sacchetti per feci cane (quelle due/ tre aiuole sono un cimitero di cacca...)
4) un pullman almeno verso la stazione (l'ho già detto??...è che serve... :)
5) la chiusura del piccolo centro di San Giorgio e farla tornare una piazzetta vivibile (è deliziosa, ma ci passano le auto!)..però so che è utopia... (anche se aperta l'altra strada si può fare...)
6) piste ciclabili per villasanta e per biassono (intere)
7) demolire quell'orrendo condominio giallo in centro a San Giorgio e ricostruire una casa a minor impatto...ok ok...ora esagero!
Per ora non mi viene in mente altro.
Però ci tengo a precisare che il quartiere è bellissimo, la gente pure, siamo stati accolti con un affetto dimenticato... ma non ci si sente di Biassono....
Non se vi sarò utile...
Grazie per la lettura!

Anna Carlotta Biffi

2 commenti:

  1. Fabrizio Baccenetti5 marzo 2012 02:54

    Eppure mi risulta che in consiglio comunale c'è almeno un consigliere di maggioranza che risiede a San Giorgio; strano perchè non ho mai sentito proporre qualche iniziativa per la frazione.
    Le uniche iniziative sono venute da Lista per Biassono, ed ostacolate dalla giunta.
    Tutto va ben Madama la Marchesa; questo il ritornello della maggioranza..finchè dura.

    Fabrizio

    RispondiElimina
  2. Suggerirei ai signori ai Sig.ri Pozzoli e Biffi di costituire al più presto una sorta di comitato civico, gruppo di opinione ecc. magari con l'appoggio di Lista per Biassono, Partiti, movimenti e organizzazioni presenti sul territorio attraverso il quale/i presentare una o più "Osservazioni" sul tema rispettivamente al PGT (Piano di Governo del Territorio) di Biassono in via di adozione ed, entro il 9 marzo p.v. al PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) già adottato dalla Provincia di Monza e Brianza. La/e osservazione/i dovranno richiedere l'inserimento nelle previsioni di questi strumenti di pianificazione urbanistica e territoriale di una modifica alle previsioni del Progetto di riqualificazione della Linea Ferroviaria Milano-Molteno-Lecco finalizzata al ripristino della fermata di S.Giorgio di Biassono soppressa decenni orsono dai provvedimenti del Piano Signorile per l'eliminazione dei "rami secchi" delle linee ferroviarie. La riapertura della stazione garantirebbe agli abitanti della frazione il collegamento nel breve raggio con Biassono e Villasanta, nel medio con Monza e la Brianza nord e nel lungo raggio con Milano e Lecco. Nel PTCP della provincia il progetto di riqualificazione della linea è previsto ma non la riapertura di questa stazione/fermata, così pure nel nostro PGT dove nulla è detto al riguardo mentre le previsioni di intervento sulla Linea Ferroviaria legate alla Pedemontana (sottopasso autostradale con formazione di un rilevato ferroviario per circa 1600 metri) possono costituire un'occasione da non perdere che potrebbe portare a soluzione l'annoso problema dell'isolamento della Frazione.
    Dunque.......buon lavoro.
    Giorgio Beretta

    RispondiElimina