Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

martedì 10 luglio 2012

SCANDALO TAI CHI: TESTIMONIANZE E CONTRIBUTI


Sabato mattina, 7 luglio, poco dopo le ore dieci, 16 silenziose persone raccolte sotto un grande albero dei giardini comunali di Villa Verri a Biassono, impegnate in armoniosi movimenti e profondi respiri, sono state prontamente allontanate dai Vigili Urbani; motivo? Con i loro lenti e silenziosi movimenti avrebbero potuto infastidire chi frequentava i giardini.

Nel parco, in quel momento, vi erano pochi bambini, qualche genitore, due anziani con badante al seguito e qualche sporadico transito, nessuna fila per recarsi agli sportelli dell’ufficio anagrafe e neppure, purtroppo, per recarsi in biblioteca, ma soprattutto nessun matrimonio in corso. 

Penserete, ma cosa c’entrano improbabili affollate file del sabato mattina agli sportelli anagrafe e i matrimoni civili certamente non così numerosi né improvvisi, con la richiesta d’immediata interruzione della pratica incriminata? E invece c’entrano, perché a detta dei solerti amministratori di Biassono, questi 16 personaggi variamente assortiti e dai lenti gesti, oltre a compromettere la sicurezza e l’incolumità di adulti e bambini presenti, in quel momento, nel parco di Villa Verri, "impedendo il diritto di godimento generalizzato da parte della collettività", avrebbero anche impedito l’afflusso dai due distinti accessi al parco che, come ricorda il documento consegnato ai suddetti personaggi: il sabato mattina si prevedono file di persone solite recarsi all’ufficio anagrafe e alla biblioteca”. 

Lasciate le file pre-viste, ma non-viste, eccoci arrivati ai matrimoni portati ad esempio come ulteriore motivo di sgombero, perché di questo si tratta, visto che è stato notificato alle ore 10,55 del 7/7/12 direttamente alle persone in questione e intimando loro d’interrompere immediatamente la pericolosa pratica, pena l’identificazione di tutti i presenti con minaccia di processo a carico. 

Non commento e ritorno ai matrimoni, a proposito dei quali ancora si legge nell’ordinanza: senza considerare lo svolgimento di matrimoni civili che periodicamente ci vedono impegnati  a disciplinare un maggior afflusso di persone che - forse sarà per l’emozione del lieto evento - vanno attentamente seguiti per evitare il loro inconsapevole accesso in ambienti non protetti o comunque interdetti  .... attentamente seguiti? .... inconsapevole accesso in ambienti non protetti?... Ma se si preoccupano di proteggere gli invitati di un matrimonio, di solito adulti e, durante la cerimonia, ancora lucidi, allora i bimbi che giocano e si rincorrono, o gli anziani che si aggirano nel parco magari nell’attimo di distrazione delle badanti, che rischi possono correre? Forse queste affermazioni necessitano di un approfondimento, o sono parole al vento, così tanto per dire, allora non devono essere presenti in una ordinanza perché ne va della credibilità di chi la emette, oppure sono serie, in questo caso se lo spazio aperto al pubblico non è sicuro, non lo è per tutti, invitati dei matrimoni, bambini e anziani e allora deve essere messo in sicurezza o chiuso. Vorrei avere una risposta a riguardo.
Per chiudere vengo alla misteriosa pratica lenta per lo svolgimento della quale mi dicono era stata fatta dagli organizzatori una richiesta il 30 di giugno, si chiama Taiji Quan o Tai Chi Chuan nasce nell’Estremo Oriente come arte marziale, ma ora è da considerare come un'Arte del Movimento. 

Leggo sulla presentazione del sito www.taichimilanoemonza.it  Per i Cinesi è una vera e propria ginnastica di lunga vita: se praticata con costanza, infatti, questa tecnica permette di mantenere un corpo giovanile ed agile (l’esecuzione lenta dei movimenti rafforza tendini, muscoli e articolazioni migliorando la postura e l’equilibrio). Questo dà la possibilità di conservare o favorire il benessere e la salute psicofisica, di ottenere non solo l’elasticità fisica, ma anche l’agilità mentale, il buonumore e la fiducia in se stessi.”  

Mi sembra di poter dire che, dalle numerosissime testimonianze, il Tai Chi è ormai una diffusa esperienza di pratica a livello mondiale e risulta che le Amministrazioni Pubbliche più lungimiranti cerchino di favorire la sua diffusione come occasione per migliorare sensibilmente la qualità della vita delle persone e in particolare degli anziani più soggetti a incidenti di deambulazione e portati a ridurre le occasioni di relazione. Le casse di quelle  città ringraziano e la qualità delle relazioni dei cittadini cresce. Quelle amministrazioni evidentemente sanno che la città è fatta soprattutto di relazioni, non solo di case, strade e marciapiedi e che le economie si misurano anche in qualità della vita.
Per non arrabbiarmi troppo, mi viene voglia di concludere questa, comunque grave vicenda, ricordando il detto, “una risata vi seppellirà”, peccato che nel frattempo l’avremo pagata tutti molto cara. 
Aldo Bottoli
cittadino che diventerà più vigile e prossimo praticante di Tai Chi Chuan

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Buongiorno,
ho letto dell'infelice e assurda vicenda del taijiquan nel parco
bloccato dalla polizia municipale: vorrei proporvi di organizzare un
raduno di taiji "estemporaneo" nello stesso parco invitando praticanti
da tutta Italia
. Si potrebbe pubblicizzare creando ad esempio un
gruppo su facebook, o inviando messaggi a tutte le scuole di taiji,
specialmente del nord.
saluti

Gian Marco Pietrasanta

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Gentili amici

mi piacerebbe ospitare una vostra dimostrazione di questa antichissima e civilissima arte nei giardini di Villa Borromeo d'Adda ad Arcore. Contattatemi se volete. 
Raffaele Mantegazza, Assessore alla Cultura, Comune di Arcore
(ass.cultura@comune.arcore.mb.it)

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Salve. Siamo una associazione che pratica Taiji Quan ormai da parecchi anni , dal mese di maggio a quello di ottobre , presso il parco comunale di Rovereto , dove la partecipazione è libera e gratuita .
La nostra attività , due giorni alla settimana al mattino , è stata da sempre sostenuta con pubblicità dal competente assessorato del nostro comune anche nel cambio di colore delle giunte che lo hanno guidato. Annualmente poi organizziamo la giornata mondiale del Taiji Quan e Qi Gong che viene sempre patrocinata dallo stesso ente.
Questo sta a significare che le autorità pubbliche condividono l’importanza della pratica di questa disciplina.
Leggendo quanto è successo a Biassono possiamo dire con orgoglio che a Rovereto siamo usciti da tempo dal medio evo .
Inviamo queste righe a sostegno della vostra attività e ci rendiamo disponibili a partecipare ad una vostra manifestazione qualora riusciste ad organizzarla presso il vostro parco.
Un cordiale saluto e un augurio di Buona Pratica.



Associazione “ Il Taiji Quan nei Parchi a Rovereto “ . 

Articolo apparso su Il Cittadino di Monza e Brianza


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Articolo apparso su La Repubblica


Articolo apparso su MonzaBrianza News


23 commenti:

  1. So che non è opportuno scrivere commenti volgari, però vorrei conoscere il nome dell'individuo dotato di un unico neurone (che poteva usare meglio) che ha scritto e "pensato" l'dinanza restrittiva.

    RispondiElimina
  2. Ormai è chiaro anche per chi avesse avuto in passato qualche dubbio: Biassono è amministrata da ignoranti patentati che, per supplire alla loro manifesta inadeguatezza che sta facendo ridere tutto il Paese, non trova di meglio che percorrere i pericolosi sentieri dell'arroganza e della prepotenza.
    Impegnati ad occupare tutte le poltrone disponibili come quella di Direttore Generale a Fincantieri assegnata niente meno che all'autista di Bossi grazie al tesoriere trafficone plurindagato del cerchio magico leghista, anche in Biassono i leghisti hanno assegnato ai loro stretti amici tutte le presidenze delle Commissioni istituite su pressione delle opposizioni. Poltrone delle quali, per ignoranza manifesta, non sanno che fare salvo utilizzarle per lucrare quando prevedono compensi e stoppare ogni qualsivoglia iniziativa dei cittadini. Avevano promesso il Federalismo come panacea di tutti i mali e abbiamo visto solo il delirio di Bossi, avevano promesso la sburocratizzazione e la semplificazione amministrativa e abbiamo visto solo le assurde pire di Calderoli che in versione mefistofelica fingeva di bruciare vecchie copie della Gazzetta Ufficiale, avevano promesso la riduzione delle tasse e tutti le hanno solo viste aumentare e non grazie al Governo Monti il quale, non può far altro che riparare i disastri creati dal loro precedente governo che con il super ministro 3-Monti, quando il mondo intero precipitava nella crisi economica più grave della storia moderna, ha negato per ben 2 anni qualsivoglia problema per l'Italia. Ve lo ricordate:"...uffa, senta, come devo vipetevlo i nostvi conti sono in ovdine". Abbiamo visto e lo stiamo ancora vedendo com'erano in ordine. Se quelli erano i loro campioni, immaginiamoci i nostri locali e nostrani amministratori quali pratiche di buon governo possono aver prodotto in 16 anni: aumento dei loro compensi,aumento delle nostre tasse in cambio di qualche aiuloetta sistemata alla bene meglio, qualche asfaltatura di strade,qualche marciapiede, la svendita speculativa del patrimonio pubblico in cambio di Villa Monguzzi la cui fruibilità pubblica, in assenza ancora oggi di regolamento, è affidata agli umori del Sindaco, un progetto di PGT palesemente illegittimo che cementificherà ulteriormente il poco territorio rimasto libero dall'edificazione, una casa per anziani privata su terreno pubblico il cui accesso è praticamente impossibile agli anziani del paese, con lostesso criterio un asilo nido privato che oltre sembrare uscito da una scatola dei Lego presenterà tariffe tali da renderlo fruibile per pochi, un progetto di recupero di Villa Bossi che regalerà il nostro patrimonio storico ad improbabili imprenditori per "incubare" altrettanto improbabile impresa secondo i desiderata del Presidente della Provincia di MB Dario Allevi il quale, è bene ricordarlo, dopo solo un anno dall'insediamento, si è ritrovato la Giunta PDL-Lega decimata da una serie di arresti a raffica per reati di corruzzione, concussione, abuso d'ufficio e altri ben più gravi che coinvolgono organizzazioni criminali non proprio appartenenti alla gloriosa tradizione padano-celtica.
    Ebbene, scusandomi per aver abusato della pazienza dei lettori, cosa dire o meglio cosa fare per uscire da questa insostenibile situazione: una bella marcia di protesta con assedio "simbolico" del Palazzo con relativa richiesta di dimissioni di Sindaco e Giunta per manifesta indegnità.
    Robespierre

    RispondiElimina
  3. L’accaduto sarebbe da considerare ridicolo se non fosse che è estremamente grave dal punto di vista della libertà individuale; libertà sancita dalla Costituzione.
    Da tempo ormai non considero più con sufficienza queste sparate leghiste, perché di sparate non si tratta.
    A questi signori piace farsi compatire mentre fanno le loro “prove” di dittatura strisciante.
    Quando Bossi parlava di milioni di fucili, di secessione, oppure quando esponevano i loro manifesti razzisti, molti di noi si mostravano divertiti; ora ho imparato ad averne paura, perché si dimostra che quando arrivano al potere come a Biassono non si fermano davanti a nulla, calpestando anche i diritti fondamentali con tutti i mezzi.
    Quello che è successo mi riporta alla mente una famosa poesia di Brecht:
    Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano.
    Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
    Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
    Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista.
    Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare.

    Paci

    RispondiElimina
  4. lodevole manifestazione, ma forse adatta ad una paletra piuttosto che ad un giardino pubblico non vi pare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora puoi anche tu far parte del gruppo di vigili urbani e dell'amministrazione comunale di quel povero paese!

      Elimina
    2. Caro Anonimo, la tua tesi è identica a quella del vigile che ci ha notificato lo sgombero, ed è completamente errata.
      Se hai il tempo di fare un "giro" in rete e visitare i vari siti di dove praticano il tai-chi ti accorgerai che questa disciplina viene praticata,tempo permettendo, perlopiù nei parchi.

      Lista per Biassono

      Elimina
    3. Non mi pare proprio, e allora perchè non nel giardino di casa o nel tuo garage? così daremmo fastidio solo a te!
      Asian Tiger

      Elimina
    4. Anonimo,se sei un ignorante come parecchi brianzoli,dato che la brrianza è uno dei luoghi a più bassa scolarità d'Italia...evita di fare commenti.Ogni tanto,leggi un libro.....hai fatto almeno la terza media o parli solo il padano?

      Elimina
  5. Ma con moto e macchine che viaggiano a 100 all'ora sul vialone di Biassono, i vigili non hanno proprio di meglio da fare che agire da squadristi agli ordini di partito? Spero almeno che il vigile che ha consegnato l'ordinanza l'abbia fatto a malincuore, solo perché "comandato" dall'alto.
    I miei sinceri complimenti all'amministrazione che:
    - dà l'autorizzazione di aprire luoghi per scommesse e giochi d'azzardo sul vialone, questo sì, dando un pessimo messaggio educativo;
    - continua a costruire case su case ignorando completamente il problema delle scuole materne (un paese grande come Biassono senza una scuola materna comunale. Che vergogna!)
    Ma questi non sono problemi "educativi". Meglio prendersela con il Taichi.

    Povera Biassono... ma prima o poi questi ignoranti, finti paladini della legalità ad oltranza, se ne andranno!

    Continuate così LISTA PER BIASSONO!

    RispondiElimina
  6. Ogni volta che apro il blog leggo sempre dei commenti positivi rivolti a LpB e vi posso assicurare che non sono ne censurati ne tanto meno inventati di sana pianta. Quindi pian piano si sta creando un consenso da parte del cittadino biassonese,spero davvero che questa cosa continui e perduri nel tempo aumentando ogni giorno sempre più fino alle prossime elezioni ed oltre. La lega Nord Biassono sabato scorso ha fatto la mossa più sciocca,insensata e controproducente della sua vita politica,le persone ne parlano,anche ieri al mercato sentivo qualcuno che ne parlava,i giornali locali e non scrivono e la gente si informa, Twitter e Facebook hanno contribuito ad aumentare enormemente l'espansione della notizia. La ridicolaggine della Lega Nord è sulla bocca di tutti e vi dico questo non tanto per dimostrare la supremazia di un partito piuttosto di un altro ma per mostrare a tutti il modo barbaro e iniquo di governare il territorio che ha dimostrato di avere la Lega Nord.
    Spero davvero che poi questi commenti e questi consensi si possano un giorno tramutare in consensi elettorali e forse quel giorno la Lega capirà che non è con i soprusi e la forza che si attira a se la popolazione ma bensì diminuendo il più possibile il divario tra chi coverna e chi viene governando,ricordando sempre che il vero potere è del popolo sovrano.

    RispondiElimina
  7. Che dire sono matti da .... slegare.
    Fate loro una dimostrazione diretta in consiglio comunale. Un intervento gestuale che valga più di mille parole.
    Con immensa "simpatia"
    luca

    RispondiElimina
  8. Credo che la cosa più sensata e civile è quella di andare pacificamente a parlare con gli amministratori e/o il sindaco, ed ha spiegare cosa è il Tai Chi Chuan, perchè viene fatto all'aperto e tutti i benefici riconosciuti anche in occidente da questa pratica. Sarebbe opportuno portare qualche articolo di riviste occidentali che illustrano questa disciplina, e senza pretendere una risposta subito, chiedere la cortesia di dare un'occhiata (a tempo perso) su come il Tai Chi Chuan sia una pratica ormai diffusa, non pericolosa, aggregante e salutare anche nei nostri parchi. Sarebbe un atteggiamento in linea e conforme agli stessi principi del Tai Chi. Sono convinto che la cosa verrebbe compresa, apprezzata e risolta in brevissimo tempo. Non mi meraviglierei se dalla conversazione scaturisse che l'intervento dei vigili sia stato richiesto da qualche cittadino troppo "ligio" ad un uso "consono" del parco... In genere i vigili per queste cose intervengono solo se c'è qualche pressione dall'esterno...
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pressione dall'esterno..... o dall'interno del Palazzo Comunale?
      Caro Alessandro, vai nel sito del Comune e troverai una bella Ordinanza (la n.61 del 09.07.2012)attraverso la quale viene istituito il DIVIETO DI TRANSITO permanente nei giardini comunali! Per chi non è dato sapere, dato che auto e motoveicoli ben difficilmente vi possono accedere. Ho l'impressione che il tentativo di mettere una "pezza" da parte dell'Amministrazione Comunale, sarà peggio del "buco" che hanno creato.

      Elimina
    2. Caro Alessandro, se ho capito bene stai dicendo ai signori di Lista per Biassono che, siccome l'amministrazione ha interpretato la lezione di tai-chi come una cosa sovversiva, da fermare, i rappresentatnti di Lista per Biassono devono recarsi dal sindaco per spiegare una cosa che lui stesso può fare banalmente navigando su internet nei siti di tai-chi, o meglio che lui stesso doveva fare prima dello sgombero.
      Credo che l'amministrazione e-o il sindaco si siano resi conto della sciocchezza fatta e se cosi non fosse , guai a noi.
      Credo che dovrebbero chiedere scusa a Lista per Biassono e a tutti i cittadini che facevano il tai-chi, per l'infausta ingerenza.
      In merito ai vigili "zelanti", forse chiamati da qualche cittadino...mi stai dicendo che basta una telefonata anonima per farli accorrere e poi anche se non c'è presenza di reato, eseguono lo sgombero?
      Stai dicendo che ti sembra normale che a Biassono si viva come nel Cile di Pinochet, o nella Russia di Stalin?
      Credo che i quasi vent'anni di governo leghista a Biassono si sentano tutti nelle tue parole. Io la penso ancora da cittadino libero e sono molto preoccupato dagli atti di questa giunta antidemocratica.
      Spero per il bene dei nostri figli che se ne vadano al piu presto.

      A.B.

      Elimina
  9. SIAMO VERAMENTE ALLA FRUTTA.....

    RispondiElimina
  10. Forse già lo sapete ma ci sono tutti gli estremi per poter procedere per vie legali e poter denunciare il mandatario delle forze dell'ordine e non solo per abuso di potere e procurato allarme.

    Un avvocato Biassonese...

    RispondiElimina
  11. scusate ma non vi pare di esagerare con questa nuova pratica cinese? non bastano i laboratori artigianali, i bar, le tabaccherie, i centri massaggi, adesso dovremmo praticare anche questa arte orientale e farci soffocare e masturbarte la schiena.
    A mio modesto parere avete perso il lume della ragione continuando così nel giro di 15-20 anni verremo annietati da questi omuncoli e voi bravi a corrergli dietro.
    Hanno ragione quelli della giunta a non promuovere tali iniziative che nulla hanno a che vedere con la nostra cultura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione!
      La prossima volta organizzeremo un corso per la preparazione di polenta e cassoeula.
      Secondo te, il Sindaco ci chiederà comunque di stipulare un'assicurazione contro gli infortuni?
      Fammi sapere.
      Grazie

      Elimina
    2. Io voglio ringraziare infinitamente l'anonimo che ha sostenuto che "abbiamo esagerato con questa nuova pratica cinese" (a parte che tanto nuova non è in quanto viena praticata da tempo immemore) comunque egli ci ha aiutato ad aggiungere un altro pezzo al puzzle che si sta componendo e che è sempre più nitido: il provvedimento che ci ha colpito era pretestuoso, senza alcun fondamento giuridico, unicamente frutto della mentalita' razzista della Lega Nord e dei loro pregiudizi per tutto quello che avviene fuori dall'uscio della propria casa.
      Bene se noi andiamo avanti così penso che siamo sulla strada giusta lo si deduce chiaramente dalle loro reazioni ma ancora di più dai riconoscimenti che riceviamo dai cittadini! Antonella

      Elimina
    3. La cultura brianzola?????I danè!!!

      Elimina
  12. ma se è una pratica cinese, perchè viene fatta con una bandiera di partito in bella mostra nei giardini comunali, e ripeto giardini non parco.
    salute a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In mancanza di un parco cittadino,Lista per Biassono ha optato di tenere la lezione dimostrativa di Tai-Chi nei giardini comunali di villa Verri.
      Avendo organizzato l'evento Lista per Biassono ha esposto il proprio simbolo, che non è di partito essendo LpB una lista civica.
      fb

      Elimina
    2. Al Signore, evidentemente, danno fastidio due bandiere di una Lista Civica, ma non decine di "cippi padani" che da decenni proliferano in tutti i luoghi pubblici biassonesi.

      Elimina