Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

venerdì 23 maggio 2014

CASCINE VENDESI?

I residenti delle cascine iniziano ad avere sonni agitati. Con deliberazione approvata anche dal gruppo consiliare CDL, la maggioranza leghista ha effettuato la ricognizione degli immobili non strumentali all'esercizio delle funzioni istituzionali dell'Ente suscettibili di valorizzazione e/o di dismissione nel periodo 2014/2016.

Novità assoluta, l'inserimento nel Piano valorizzazioni ed alienazioni immobili di 32 alloggi di edilizia residenziale pubblica (Cascina Ca' Nova fabb. A), di 15 alloggi di edilizia residenziale pubblica (Cascina Ca' Nova fabb. B) e di 18 alloggi di edilizia residenziale pubblica (Cascina Mantova).

Nessun allarmismo, per carità.

Tale inserimento, a detta del Sindaco, significa che detti immobili "diventano solamente potenzialmente alienabili".

Fatto sta che, dopo aver ceduto la Farmacia Comunale, dopo aver fatto cassa con la cessione dei diritti di superficie, dopo aver alienato aree pubbliche, ora il mirino della Giunta sembra essersi puntato sugli alloggi di proprietà comunale.

Più facile, forse, alienarli piuttosto che tentare di recuperare i canoni arretrati o verificare la sussistenza dei requisiti per l'assegnazione degli alloggi.

Qualcuno diceva che a pensare male si fa peccato.
Ma quasi sempre ci si azzecca.


Felice Meregalli

5 commenti:

  1. Prossimo passo, ipoteca su Villa Verri e qualche derivato? Tanto i soldi entrano subito e poi chi governerà in futuro se la smazzerà.
    Questa giunta svende patrimonio pubblico ed è molto generosa con potenti come sias autodromo ( affitti e altro...), chi diceva che era forte coi deboli e debole coi forti?

    RispondiElimina
  2. a Briosco un sindaco a fine mandato vuole vendere un palazzo storico e una corte antica per costruire con i proventi una biblioteca nel seminterrato della baita degli alpini.....e voi pensavate di essere nel peggio? p.s. la giunta che sta tentando questa "magia" è tendente a sx renato Evaristo perego (scultore performer APOLITICO) https://www.facebook.com/pages/Ville-Distrutte/279069482214622?fref=ts

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è il meglio od il peggio.
      Fatto sta che quando si segnala un fatto incontrovertibile, c'è sempre chi è pronto a dire: "dall'altra parte, nell'altro Comune........".
      Per la serie: quando il dito indica la luna, c'è chi si ostina a guardare il dito.
      Biassonese preoccupato

      Elimina
    2. Paese che vai beceri asfaltatori del vecchio sempre pronti che trovi. Qui a Biassono nello svendere, comunque, non siamo secondi nessuno, si vuole svendere tutto il verde rimasto ai confini con Lissone, la scuola elementare fronte parco di appena 30 anni, ora le cascine... C'è molto si di che preoccuparsi.
      ed

      Elimina
  3. Un abitante delle Cascine25 maggio 2014 13:29

    Purtroppo le Cascine in quel di Biassono hanno sempre una brutta nome,data molto spesso dall'ignoranza e da un informazione troppo spesso schierata da una parte politica che tenta sempre di far vedere il peggio delle persone per dei fini personali,così sui giornali leggiamo spesso che quelli delle cascine non pagano il canone di affitto e che ci sono famiglie che presto saranno sfrattate, verissimo per carità ma generalizzare è la cosa più becera che si possa fare. E' vero nelle cascine ci sono delle persone che non pagano l'affitto,non molte ma alcune e poi ce ne sono altrettante che lo pagano, il fatto di venir mal visti solo perchè si vive in case comunali è un abitudine tutta Biassonese e forse ora è anche fomentata da un giunta che probabilmente ha altre ambizioni per queste case comunali,sarebbe carino che il Sindaco venisse a rassicurarci di persona e che magari rispondesse alle molte segnalazioni per le cose che non funzionano o che si rompono, per le crepe sulle facciate che ogni anno che passa crescono sempre più,per la pavimentazione irregolare che ogni volta che pive si allaga, per la pulizia del parcheggio che anche se comunale non viene mai pulito dall'azienda competente e che puntualmente ogni settimana qualcuno pulisce perchè anche se siamo delle cascine lo sporco fa schifo pure a noi. Mi auguro che voi,che mi sembrate persone di senno, capiate che qualcosa da fare c'è, e che capisco benissimo la posizione del comune che è stanco di continui cattivi pagatori e che giustamente vuole incassare, è sacrosanto, ma questo non giustifica nessuna forza politica e nessun giornale a generalizzare facendoci passare per quello che non siamo.

    RispondiElimina