Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

martedì 13 settembre 2016

UNA GRANDE FESTA IN MEMORIA DI ROBERTO ALBANESE

A passo di tartaruga, ma nonostante tutto avanti. La dedica del ponte sul Lambro al compianto ecologista Roberto "Nik" Albanese, scomparso prematuramente lo scorso gennaio dopo aver organizzato numerose iniziative anche sul nostro territorio, potrebbe infine realizzarsi il prossimo ottobre. La mozione di Lista per Biassono, con la quale si chiedeva appunto un impegno amministrativo per preservare la grande eredità lasciata da Roberto, è stata al centro di una nuova interrogazione in consiglio comunale, oltre che di un confronto aperto fra il capogruppo di LpB Alberto Caspani col nuovo sindaco Luciano Casiraghi. 

Gli ultimi sviluppi estivi hanno sostanzialmente spostato l'attenzione sul Comune di Sovico, in cui Roberto era residente: se l'amministrazione di Lesmo si è detta aperta a ogni soluzione (essendo originalmente coinvolta nella proposta di dedica del ponte sul Lambro fra il suo territorio e quello di Biassono), Sovico sta ora valutando ulteriori iniziative di valorizzazione, che potranno concretizzarsi nell'apposizione di una targa commemorativa sul ponte presente sul proprio territorio, così come nell'organizzazione di un'iniziativa culturale in stile "Nik". A tal proposito, anche lo scrittore di teatro sovicese Corrado Villa si è detto disposto a realizzare uno spettacolo su testi scritti da Roberto Albanese, collaborando con l'Associazione culturale "Gaetano Oscultati" di Biassono: se non per ottobre, essendo una data molto ravvicinata, sicuramente per il primo anniversario dalla scomparsa di Nik. 

Indipendentemente dai tempi, e grazie allo stimolo di Lista per Biassono, oggi conta soprattutto constatare come attorno alla figura del grande ecologista e pacifista brianzolo si siano gradualmente compattate associazioni, amministrazioni e cittadini che hanno avuto la fortuna di apprezzare il suo instancabile impegno in Brianza e in Europa. Sempre insieme, "Col Lambro nel cuore". 








1 commento:

  1. Grazie mille per il vostro impegno e lavoro! Ci scalda sempre il cuore.

    Andrea Albanese

    RispondiElimina