Diceva il conte Verri...

"La voce della verità comincia da lontano a farsi ascoltare, poi si moltiplicano le forze, e la opinione regina dell'universo sorride in prima, poi disputa, poi freme, poi ricorre alle arti, poi termina derisa: questo è il solito gradato passo che fa la ragione a fronte dell'opinione" (Pietro Verri)

mercoledì 23 marzo 2016

NUOVE VETTE PER BIASSONO: ANNUNCIO DI PASQUA



Videoannuncio di Alberto Caspani, capogruppo di Lista per Biassono, per una politica di pace e l' inaugurazione ufficiale della campagna elettorale del nostro Comune. 

Unendosi al cordoglio per le vittime del terrorismo a Bruxelles e nell'augurare a tutti l'inizio di un nuovo ciclo di rinascita, Lista per Biassono vi dà appuntamento alla Vineria dell'Isola di via Quattro Marie/Porta Mugnaia, dalle ore 21 del 9 aprile prossimo, affinché tutti insieme si possa costruire un futuro di speranza. Il volantino dedicato all'azione politica 2011-2021, seconda tappa del percorso programmatico partecipato #biassonoinprogress e qui pubblicato, sarà in distribuzione su tutta Biassono già a partire dai prossimi giorni.    

PARTECIPAZIONE E RESPONSABILITA' 
PER LA LOTTA AL TERRORISMO E PER UN FUTURO DI PACE
(comunicato stampa a seguito degli attentati a Bruxelles di martedì 22 marzo 2016)

Colpire Bruxelles vuol dire colpire l'intera Europa, o meglio un'idea di Europa che certo non rappresenta i reali valori su cui la nostra storia ha costruito le proprie libertà fondamentali e i propri modelli di vita. 

E' necessario reagire in maniera coesa, ma responsabile, alla barbarie del terrorismo, interrogandosi al contempo su quale sia la via politica ed economica capace di garantire un vero futuro di pace.  

Oggi è il giorno del cordoglio per le vittime e sarebbe errato polemizzare in un momento tanto delicato per la vita e per la tenuta del nostro continente. Domani, auspicabilmente, sarà un giorno di riflessione più approfondita, ma possiamo sin d'ora sostenere che sarebbe un grave errore scambiare sicurezza con libertà. Occorre rivedere il modello di convivenza e d'integrazione, senza smarrire il filo di un'Europa che si fonda sulla pace, sui valori di democrazia e solidarietà. Arretrare o negoziare rispetto alla base dei nostri valori è quello che vogliono i terroristi, al pari di quanti stanno scientemente operando per dar vita a una società con sempre meno diritti per i suoi cittadini, ma nuovi e arroganti privilegi per pochi. 

Per questo motivo dobbiamo fare tutto il possibile per non concedere all'emotività e alla strumentalizzazione dell'ignoranza la vittoria sulla giustizia.



21 commenti:

  1. My sweet Lord!
    I really want to see you
    Really want to be with you
    Really want to see you Lord
    But it takes so long, my Lord
    My sweet Lord.....

    RispondiElimina
  2. Bella canzone, grande George. Buona anche l'ironia, un mondo senza ironia è come una foresta senza uccelli. Un fatto, comunque, è certo: l'entrata soft di Caspani in questa campagna elettorale spiazza un po', siamo troppo abituati a quelle urlate e ciarlate.
    e.d.

    RispondiElimina
  3. Eh sì, le urla non ci sono. Ma le ciarle, le ciarle, le ciarle!
    Direi 'semplicemente patetico', poverino.

    RispondiElimina
  4. Di patetico, qui, c'è solo chi non ha il coraggio di metterci la faccia e la firma. Non a caso, Lista per Biassono è l'unica che sta veicolando nuovi contenuti, idee e progetti, in questa campagna elettorale dove fa solo notizia l'aria fritta.

    RispondiElimina
  5. Cari, i contenuti sono sempre quelli da almeno vent'anni e chiamarli 'nuovi' ci vuole coraggio. E le idee e i progetti? Bla, bla, bla, bla, bla, bla ...... la solita solfa! Siamo i primi, siamo gli unici, siamo i padri di questo, gli zii di quello, meno male che esistiamo!
    Ma come faremmo senza di voi? Come faremmo senza la verità rivelata dalla montagna? A quando il primo miracolo?
    Grazie di esistere!
    Cerutti Gigi (ma mi chiamavan Drago, gli amici al bar del Giambellino)

    RispondiElimina
  6. Caro Gigi, devi venire dal futuro più che dal passato, se opportunità come quelle create da Internet, dalle bioarchitetture o dall'interculturalità, giusto per fare qualche esempio, esistevano già vent'anni fa...o forse erano visioni stimolate da pantagrueliche bevute al bar? Comunque sia, i visionari ci piacciono e ti aspettiamo in vetta alla montagna, così erutterai fuoco e fiamme, mostrandoci le tue formidabili proposte per migliorare Biassono. Prima però, ti consigliamo di leggere meglio i post di questo blog, trovare le similitudini e dirci dove mai stiano...

    RispondiElimina
  7. I ragazzi del '77, la grande novità... E poi il candidato sindaco è come Maurizio Ganz: "(el segna) semper lù".

    RispondiElimina
  8. Chi vi critica lo fa per invidia o per timore.I biassonesi non in malafede sanno benissimo cosa ha fatto Lista per Biassono in questi anni. E cosa non hanno fatto gli altri gruppi politici. Un ex elettore PD

    RispondiElimina
  9. Io più sopra dicevo che l'ironia ci sta sempre, chiaramente il confine tra ironia e insulto spesso scompare, quando di ironia non ce n'è, quando c'è eccesso di prosopopea, quando si capisce sempre tutto e la voglia di confronto manca, etc, etc...
    Mi chiamo Eusebio De Lutiis, siccome intervento spesso sul blog, uso le sole iniziali e.d. come firma più che altro per praticità. Lo dico perché vedo un proliferare di anonimi poco simpatico.
    e.d.

    RispondiElimina
  10. Noi di Lista per Biassono non siamo così presuntuosi, od arroganti, da pensare di essere migliori di altri. Sappiamo però che in questi 5 anni abbiamo proposto una idea DIVERSA di politica ed un modo DIVERSO di rapportarci con i nostri concittadini. Politica è scegliere tra idee e modelli differenti. E su questo Lista per Biassono vuole essere giudicata. Gli insulti e gli attacchi sistematici alle persone li lasciamo ad altri! Anch'io mi firmo: Felice Meregalli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, bravi! Non se ne può più di tutte queste battutine fintamente mielose da parte di avversari (politici, anche se a volte si sconfina sul personale)... o sarebbe meglio dire ex amici?!
      Comunque sia, i cittadini un po ' attenti sanno chi in questi anni ha lavorato e chi si è svegliato all'ultimo. Chi per primo ha parlato di certi temi e chi li tira fuori a due mesi dalle elezioni. Giudicheranno con il loro voto da persone adulte e attente, anche se non tutti gli elettori saranno attenti e non tutti si comporteranno da adulti.
      Quindi adesso basta: ci si confronti sulle proposte e... che vinca il migliore.
      Una elettrice

      Elimina
    2. Caro Felice,mi sembra che in quanto a insulti agli altri lasciate ben poco! Ti ricordo che anche gli ex amici e compagni sono persone e che stanno ancora aspettando le scuse per i vostri "insulti e attacchi sistematici" infarciti di "merende alla marmellata", semplicemente per aver fatto scelte diverse!
      Non è che allora predichi bene e razzoli male?
      Giorgio Beretta

      Elimina
    3. Gentile Signora buongiorno,
      sono Michele Memola e mi rivolgo a Lei, solo avendone il destro, per rispondere a quanti negli ultimi mesi si sono convinti che critiche cretine e antipatiche apparse a più riprese sul blog siano opera di chi, per ragioni arcinote, non fa più parte di Lista per Biassono. Quindi, sono certo che Lei mi scuserà, parlerò a nuora perché suocera intenda, accogliendo volentieri il suo invito a limitare il confronto sulle proposte e lasciare sullo sfondo il resto.
      Ma vengo al punto.
      Probabilmente Lei è a conoscenza del fatto che ho attivamente partecipato a Lista per Biassono per molti anni, essendone stato - come altri che la Lista hanno abbandonato - anche un più che attivo promotore e suo sostenitore.
      Se così fosse, l'esplicito riferimento che lei fa alle "battutine fintamente mielose da parte di avversari (...) o sarebbe meglio dire ex amici?!", mi perdonerà, ma è completamente fuori luogo. Aggiungo anche, a mio modo di vedere, che questo non fa ragione all’intelligenza di chi, come Lei ora, la sostiene da tempo.
      Vediamo perché.
      Innanzitutto, la tesi degli “avversari o ex amici” che, - addirittura - di nascosto e sotto mentite spoglie, si divertirebbero ad alimentare questo spazio di discussione con sciocchezze e cattiverie di nessun conto, presuppone il pensiero che le uniche persone ad avere interesse a criticare ed invelenire le posizioni della Lista e quelle del suo candidato sindaco siano, appunto, solo costoro. Quasi che gli altri avversari, o chiunque altro nel tempo non abbia trovato apprezzabili le proposte della Lista e, specialmente, le originali uscite del suo candidato sindaco, siano - come per incanto - scomparsi nel nulla. Converrà con me che qualche probabilità di disturbo possa provenire da altre fonti e, fissarsi senza alcun motivo attribuendo la responsabilità di un comportamento così meschino agli “ex amici” della Lista non trova, ribadisco, ragione alcuna.
      In secondo luogo, a proposito di ‘battutine’ e di ‘sconfinamenti’ su scelte personali, devo tristemente sottolineare, non senza disagio, che dal momento in cui il cammino comune con gli altri componenti della Lista si è interrotto, non sono mancati nei confronti dei fuoriusciti ineleganti riferimenti - a tacer d’altro - su tradimenti, codardie, vigliaccherie, voltagabbanerie e, dulcis in fundo , incette di marmellata.
      Tuttavia, l’atteggiamento di neutralità - meglio, di indifferenza - che è stato tenuto dal sottoscritto e dagli altri “ex amici” verso questo ingiurioso comportamento, non deve gratuitamente condurre a concludere che, per ritorsione, gli autori di scritti ed ingiurie anonime sul blog non possiamo che esser noi.
      Così si sbaglia due volte.
      Di questi argomenti ho già avuto modo di cennarne, in parte, personalmente, ad uno storico componente della Lista. Evidentemente senza risultato, ma anzi.
      Approfitto, quindi, volentieri dell’occasione che Lei mi offre per dirlo, ora, coram populo: né il sottoscritto né altri “ex amici”, come Lei ci ha graziosamente definiti, nulla c’entrano con queste azioni di disturbo. Avrà notato, e spero apprezzato, che di fronte alle diverse provocazioni nessuno ha violato la consegna del silenzio neutro - meglio, di indifferenza -.
      Concludo dicendo che mi aspetterei delle doverose scuse, pubbliche e incondizionate, per le ingiuste accuse di essere stato un traditore, un codardo, un vigliacco, un voltagabbana e un ladro accaparratore di marmellata fornita da Lista per Biassono solo perché, essendo venuta meno la condivisione di scelte fondamentali di un cammino comune, come altri, ho preso un’altra strada.
      Non so se le scuse arriveranno. Io mi auguro di sì.
      In ogni caso, per parte mia, l’argomento è chiuso.
      Un caro saluto.
      Michele Memola

      Elimina
  11. Quindi,secondo la suddetta elettrice, se i cittadini, giudicando correttamente, voteranno Lista per Biassono si dimostreranno "persone adulte e attente", in caso volessero votare per altre liste si comporteranno come bambocci distratti. Ma per favore!
    Se questa non è arroganza presuntuosa che cos'è Signor Meregalli Felice? Potete nasconderla e negarla quanto volete, ma chiedetevi come mai traspare in ogni vostra dichiarazione e viene percepità anche dai più distratti.
    In cosa consiste allora la vostra "DIVERSITA'" tanto declamata quanto disattesa? Non basta dar fiato ai polmoni per considerarsi diverso!Fatevene una ragione: appartenete anche voi alla razza umana, avete la stessa genesi antropologica anche se il vostro nuovo e biondo messia da immaginetta parrebbe credere il contrario.
    Un'altra elettrice (molto attenta)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono l'elettrice n. 1 ;-)e non faccio parte di lista per Biassono. Alle prossime amministrative potremo votare Lega, Forza Italia, Biassono civica o Lista per Biassono, secondo quanto la nostra attenzione, le nostre aspettative e la nostra storia ci suggerirà. Quello che non mi piace, e che intendevo mettere in evidenza con quello che ho scritto, sono i brutti toni che si leggono ultimamente nei commenti. Non si discute dei fatti ma si fanno attacchi personali o prese in giro. Questo non è da adulti, ma da adolescenti, malgrado gli ultimi 25 anni di politica abbiano cercato di farci credere il contrario. Da elettrice vorrei vedere sul tavolo idee e progetti a confronto, in modo da poter valutare e scegliere. Personalmente non mi interessa se Caspani è biondo, se Colombo è pelato o se gli altri candidati sono in piazza. Mi sembrano dettagli da Libero o da Fatto Quotidiano. Ma forse non siamo più capaci di pensare ad una politica senza grida o senza insulti. Cosa c'è poi da insultare? "Facciamo tutti parte della razza umana".
      Cordialmente,
      Quella di prima

      Elimina
  12. Correggo l'elettrice. Nuovo e biondo? Biondo e basta.
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che si insiste nel giudicare ed offendere le persone. Persino il Papa, recentemente, si è chiesto "chi può permettersi di farlo"? Preferiremmo, invece, un confronto tra idee e progetti, se se ne hanno. A meno che, il pensarla diversamente, per voi non costituisca, di per sé, un'offesa. Tutto molto triste. Quasi come fare un resoconto del Consiglio Comunale senza scientemente citare la Lista presentatrice della Mozione su cui la Lega Nord si è divisa.Felice Meregalli

      Elimina
    2. Non ho fatto nessun resoconto del consiglio comunale, non avendo un sacro blog, ove scrivere.
      Detto ciò, se offendere é far notare che il candidato alle elezioni é lo stesso di 5 anni fa, allora sì, ho offeso.
      Cordiali saluti

      Elimina
  13. Io sono d'accordo con la elettrice “molto attenta” di tre commenti sopra sul fatto, inconfutabile, che apparteniamo tutti alla razza (brutto termine) umana, ma la elettrice ancora più sopra, mi pare non differenziasse genericamente tra Lista per Biassono e altre Liste, ma tra chi “in questi anni ha lavorato e chi si è svegliato per ultimo, a due mesi dalle elezioni”. Code di paglia in giro? E poi perché andare ancora sul personale (“biondo messia, chiaramente Caspani, da immaginetta”)? Mi pare che che le cose da discutere dopo 20 anni di amministrazione leghista siano tante. Provo a venire incontro a questi 'irriducibili nemici' di LpB, che è poi quello che si auspicava questa elettrice. Propongo un punto di discussione serio, uno dei tre punti chiave del programma qui sopra esposto e fin'ora eluso: l'ambiente e la cementificazione nel territorio. Do dei dati vecchi di qualche anno sulle percentuali di cementificazione nei dintorni (erano già assurde, oggi sono sicuramente più alte): Vedano al Lambro 90%, Villasanta 75%, Ronco Briantino 40%, Monza 85%, Lissone 83%, Carate 56%, Macherio 64%, Biassono 69% . La percentuale media a livello nazionale di cementificato è intorno al 10 %. Che fine ha fatto la Brianza verde? Lista per Biassono (quella che comprendeva anche i fuoriusciti in Biassono Civica), trovandosi in un territorio simile, è ricorsa al TAR, cosa hanno fatto le altre forze politiche in questi anni? Forza anonimi, possibilmente non anonimi, battete un colpo, discutiamo seriamente.
    e.d.

    RispondiElimina
  14. Caro Eusebio,
    le buone idee sono come il buon seme sparso dal seminatore della parabola. "Mentre seminava una parte del seme cadde lungo la strada; e gli uccelli vennero e lo mangiarono. Un'altra cadde in un suolo roccioso dove non aveva molta terra; e subito spuntò, perché non aveva terreno profondo; ma quando il sole si levò, fu bruciata; e, non avendo radice, inaridì. Un'altra cadde fra le spine; le spine crebbero e la soffocarono, ed essa non fece frutto. Altre parti caddero nella buona terra; portarono frutto, che venne su e crebbe, e giunsero a dare il trenta, il sessanta e il cento per uno".
    Quindi, Eusebio, dopo la semina delle buone idee che cascano ovunque, aspettiamo il tempo del raccolto e poi vedremo dove avranno portato più frutto.
    Giorgio Beretta

    RispondiElimina
  15. Quante volte la voce interiore che dice di fare il nostro
    Beh, a scapito di altri, facciamo male. Seguiamo l'impulso
    natura a immagine di Dio, e resistiamo lui: in ascolto di questo
    che ha detto ai nostri sensi, ci disprezzano quello che ha detto ai nostri cuori. L'essere
    Obbedisce ad attivo, il passivo essendo comando. La coscienza è la voce dell'anima;
    le passioni sono le voci del corpo.
    "piccola fornitura di finanziamenti: reciproca assistenza per la famiglia."
    Io mi chiamo CLAUDIO TRANI, un uomo in Cristo con
    i bambini e una donna di nazionalità spagnola e dalle mie azioni mi
    desidera la grazia a quello mio Dio mi ha dato aiuto famiglie in basso
    gesto di un credito di 1.000 a 100.000 euro su una percentuale del 2%. Per favore
    contattatemi se siete preoccupazione sulla mia e-mail e solo:
    Claudio.trani27@gmail.com per l'applicazione
    Grazie! Anche se si tenta, una volta o due volte e non a piedi
    appena fatto l'applicazione con il tempo, credenza e avere una mente
    acquisizione prima della vostra richiesta "Dio rimane Dio contro alle nostre esigenze può
    la Bibbia dice che la felicità è in gloria né nella
    potere, ricchezza, non solo nella pace della
    coscienza e sottomissione a Dio.

    Sia benedetto Dio che ami,

    Signor CLAUDIO TRANI

    RispondiElimina